Discussione:
[OT] Klaus Schulze: Body Love
(troppo vecchio per rispondere)
unita_logica
2007-12-04 09:45:35 UTC
Permalink
Questo post è veramente OT. Ma davvero. Mi scuso in anticipo.

L'altro ieri mentre scartabellavo nel reparto "bargains" ho trovato la
chicca in oggetto: Body Love (1977). Non è avvicinabile allo splendore
di Irrlicht, ma secondo me forma una eccellente musica d'ambiente e se
sparato alto, è comunque un ascolto interessante a mio avviso. Tre
brani da 11 minuti in su, suoni spaziali di buon gusto (e io non sono
certo un amante del progressive), ma mi chiedevo... come si colloca
nella sterminata produzione di Schulze? (Io ho solo Irrlicht e Body
Love.) Da quanto leggo sembra sia molto simile ad altri dischi di quel
periodo.

Ma c'è un particolare curioso che ho scoperto mentre mi ascoltavo il
disco. Body Love è infatti la colonna sonora dell'omonimo film porno!
LOL! La cosa a questo punto diventa assai interessante. Ce lo vedete voi
Klaus Schulze a fare le musiche di un pornazzo? Io no, soprattutto
mentre ascolto i fraseggi impazziti di "Stardancer", i lunghissimi e
tangeriniani accordi minori di "Blanche" e i melanconici tappeti finali
di "P:T:O:"!

Un altro aspetto curioso è che il regista del film non è un tipo
qualsiasi, ma è Lasse Braun, il Re del Porno. Lasse, un italiano, è
stato (io non lo sapevo) uno dei primi a combattere la battaglia per la
legalizzazione della pornografia fin dagli anni 60. Inoltre, disgustato
dalla contemporanea produzione a luci rosse, insisteva sulla necessità
di uno stile nella cinematografia porno. Ed in nome di tale stile
infatti domandava solo donne bellissime... e magari anche musica
bellissima? Mi chiedevo come mai sia potuto nascere questo sodalizio
artistico.

Certo che a questo punto bisogna che mi procuri il film... ;)
--
http://ustrega.wordpress.com/
"Vegetable man, where the fuck are you?" (23 11 1984)
Stefano Rizzo
2007-12-04 16:40:29 UTC
Permalink
Post by unita_logica
Questo post è veramente OT. Ma davvero. Mi scuso in anticipo.
L'altro ieri mentre scartabellavo nel reparto "bargains" ho trovato la
chicca in oggetto: Body Love (1977). Non è avvicinabile allo splendore
di Irrlicht, ma secondo me forma una eccellente musica d'ambiente e se
sparato alto, è comunque un ascolto interessante a mio avviso. Tre
brani da 11 minuti in su, suoni spaziali di buon gusto (e io non sono
certo un amante del progressive), ma mi chiedevo... come si colloca
nella sterminata produzione di Schulze? (Io ho solo Irrlicht e Body
Love.) Da quanto leggo sembra sia molto simile ad altri dischi di quel
periodo.
Ma c'è un particolare curioso che ho scoperto mentre mi ascoltavo il
disco. Body Love è infatti la colonna sonora dell'omonimo film porno!
LOL! La cosa a questo punto diventa assai interessante. Ce lo vedete voi
Klaus Schulze a fare le musiche di un pornazzo? Io no, soprattutto
mentre ascolto i fraseggi impazziti di "Stardancer", i lunghissimi e
tangeriniani accordi minori di "Blanche" e i melanconici tappeti finali
di "P:T:O:"!
Un altro aspetto curioso è che il regista del film non è un tipo
qualsiasi, ma è Lasse Braun, il Re del Porno. Lasse, un italiano, è
stato (io non lo sapevo) uno dei primi a combattere la battaglia per la
legalizzazione della pornografia fin dagli anni 60. Inoltre, disgustato
dalla contemporanea produzione a luci rosse, insisteva sulla necessità
di uno stile nella cinematografia porno. Ed in nome di tale stile
infatti domandava solo donne bellissime... e magari anche musica
bellissima? Mi chiedevo come mai sia potuto nascere questo sodalizio
artistico.
Certo che a questo punto bisogna che mi procuri il film... ;)
Body love non ce l'ho ma ciò che ho ascoltato è molto buono.

Schulze è un mito e per me una continua fonte di tranquillità e pace
filosofica, anche se la sua musica può talvolta essere angosciante.
Per me i suoi album sono praticamente tutti di valore fino a Dune. Tra i
migliori oltre a Irrlicht: Moondawn, Mirage, Dune e Timewind. Poi secondo me
perde parte dell'ispirazione e soprattutto la capacità di creare dal
disordine informale e apparentemente a-tematico dei primi album e quindi
realizza cose o complesse ma meno affascinanti o troppo banali e poco
profonde. Tra le ultime cose ho trovato davvero bello In blue (ora triplo
CD) con l'insostituibile chitarra di Manuel Gottsching. Anche Audentity
(1983) è buono, a tratti sorprendente. I migliori dei successivi a Dune
dovrebbero essere ...Live... (1976 & 1979), Dig it (1980) che è disponibile
con l'unico DVD esistente di Klaus in concerto che prenderò presto, Dziekuje
Poland (altro live) (1983).

Di tutti gli album c'è da poco una nuova edizione rimasterizzata con bonus
(a volte pezzi di mezz'ora) che vale la pena di prendere perchè le vecchie
edizioni in CD erano, dal punto di vista audio, abbastanza schifose.

Grandissimo libro sul porno è Il porno di massa di Pietro Adamo (Raffaello
cortina).
Molto preciso, approfondito, pieno di considerazioni interessanti, scritto
da uno storico (insegna Storia moderna ed è specializzato sulla storia della
tradizione libertaria) che ha studiato davvero seriamente il genere.

Poi, dato che il libro di Adamo vi viene citato, e dato che potrebbe
interessarti molto, ti devo assolutamente consigliare il libro capolavoro di
Curti e La Selva Sex and violence (Lindau) che meglio di qualunque altro
libro anche straniero ed in modo assolutamente avvincente (per chi è
appassionato di certo cinema, è chiaro), descrive la storia, le opere, le
genialità e le incredibili follie del cinema estremo di tutte le epoche e le
latitudini.


Ciao!

Steve
Post by unita_logica
--
http://ustrega.wordpress.com/
"Vegetable man, where the fuck are you?" (23 11 1984)
mazapegul
2007-12-04 21:57:03 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Schulze è un mito e per me una continua fonte di tranquillità e pace
filosofica, anche se la sua musica può talvolta essere angosciante.
Per me i suoi album sono praticamente tutti di valore fino a Dune. Tra i
migliori oltre a Irrlicht: Moondawn, Mirage, Dune e Timewind.
e soprattutto il monumentale secondo album: Cyborg (2 CD)

--
http://pguiducci.com/blog
Stefano Rizzo
2007-12-04 23:55:52 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Schulze è un mito e per me una continua fonte di tranquillità e pace
filosofica, anche se la sua musica può talvolta essere angosciante.
Per me i suoi album sono praticamente tutti di valore fino a Dune. Tra i
migliori oltre a Irrlicht: Moondawn, Mirage, Dune e Timewind.
e soprattutto il monumentale secondo album: Cyborg (2 CD)


semplicemente dimenticato! Comunque io ho una passione per picture music, il
meno violento e angosciante di tutti, atmosfere ovattate ma lontanissime
dalla new age, chiariamolo!


--
http://pguiducci.com/blog
Valerio HT
2007-12-04 23:57:33 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Schulze è un mito e per me una continua fonte di tranquillità e pace
filosofica, anche se la sua musica può talvolta essere angosciante.
Per me i suoi album sono praticamente tutti di valore fino a Dune. Tra i
migliori oltre a Irrlicht: Moondawn, Mirage, Dune e Timewind.
Valerio HT:
A mio parere, nella tua lista ne manca uno importantissimo anche se
spesso considerato *molto pesante* all'ascolto: CYBORG.
Il suo secondo album, subito dopo Irrlicht; Cyborg è strutturato
un po' come il quasi contemporaneo ZEIT dei Tangerine Dream:
4 suite o lunghi pezzi, ognuno occupante un'intera facciata di LP.

Moondawn del 1976... si, in effetti ci potrebbe stare, anche se nella
mia lista di album consigliati di Schulze non l'avevo incluso.
Da ricordare anche i due dischi con il fittizio gruppo dei
"Cosmic Jokers", soprattutto il primo (omonimo al "gruppo")
del 1974. Nei Cosmic Jokers vi erano Schulze ovviamente alle tastiere,
Manuel Gottsching alle chitarre e il percussionista Harald Grosskopf,
ma si trattava della registrazione di due "acid parties" da parte del
loro produttore... e tra l'altro i tre musicisti neppure sapevano che
ne sarebbero stati tratti due album.

Ciao
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
Stefano Rizzo
2007-12-05 23:10:39 UTC
Permalink
Post by Valerio HT
Post by Stefano Rizzo
Schulze è un mito e per me una continua fonte di tranquillità e pace
filosofica, anche se la sua musica può talvolta essere angosciante.
Per me i suoi album sono praticamente tutti di valore fino a Dune. Tra i
migliori oltre a Irrlicht: Moondawn, Mirage, Dune e Timewind.
A mio parere, nella tua lista ne manca uno importantissimo anche se
spesso considerato *molto pesante* all'ascolto: CYBORG.
Il suo secondo album, subito dopo Irrlicht; Cyborg è strutturato
4 suite o lunghi pezzi, ognuno occupante un'intera facciata di LP.
Moondawn del 1976... si, in effetti ci potrebbe stare, anche se nella
mia lista di album consigliati di Schulze non l'avevo incluso.
Da ricordare anche i due dischi con il fittizio gruppo dei
"Cosmic Jokers", soprattutto il primo (omonimo al "gruppo")
del 1974. Nei Cosmic Jokers vi erano Schulze ovviamente alle tastiere,
Manuel Gottsching alle chitarre e il percussionista Harald Grosskopf,
ma si trattava della registrazione di due "acid parties" da parte del
loro produttore... e tra l'altro i tre musicisti neppure sapevano che
ne sarebbero stati tratti due album.
Secondo me c'è da aggiungere anche il grande primo album degli Ash ra
tempel, dove c'è il nostro Klaus...
Post by Valerio HT
Ciao
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
Valerio HT
2007-12-07 01:36:38 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Secondo me c'è da aggiungere anche il grande primo album degli Ash ra
tempel, dove c'è il nostro Klaus...
Valerio HT:
C'è anche in un altro album dei Ash Ra Tempel, "Join Inn" del 1973, che
è forse migliore del primo. Ma il migliore degli Ash Ra Tempel è quasi
da tutti gli appassionati del genere considerato il secondo album,
"Schwingungen", del 1972, quello però senza Schulze.

Ciao
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
Stefano Rizzo
2007-12-07 22:16:16 UTC
Permalink
Post by Valerio HT
Post by Stefano Rizzo
Secondo me c'è da aggiungere anche il grande primo album degli Ash ra
tempel, dove c'è il nostro Klaus...
C'è anche in un altro album dei Ash Ra Tempel, "Join Inn" del 1973, che
è forse migliore del primo. Ma il migliore degli Ash Ra Tempel è quasi
da tutti gli appassionati del genere considerato il secondo album,
"Schwingungen", del 1972, quello però senza Schulze.
Sì sì, ce l'ho e apprezzo, il primo mi piace, nonostante le asperità, perchè
è estremo ed affascinante...
Post by Valerio HT
Ciao
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
unita_logica
2007-12-05 05:52:11 UTC
Permalink
Post by Stefano Rizzo
Di tutti gli album c'è da poco una nuova edizione rimasterizzata con bonus
(a volte pezzi di mezz'ora) che vale la pena di prendere perchè le vecchie
edizioni in CD erano, dal punto di vista audio, abbastanza schifose.
ah molto interessante. Terrò presente. Grazie!
Grazie anche per le segnalazioni, vedo che più o meno le tue e quelle di
VHT sono compatibili, per cui vado tranquillo.
Post by Stefano Rizzo
Grandissimo libro sul porno è Il porno di massa di Pietro Adamo (Raffaello
cortina).
Molto preciso, approfondito, pieno di considerazioni interessanti, scritto
da uno storico (insegna Storia moderna ed è specializzato sulla storia della
tradizione libertaria) che ha studiato davvero seriamente il genere.
Poi, dato che il libro di Adamo vi viene citato, e dato che potrebbe
interessarti molto, ti devo assolutamente consigliare il libro capolavoro di
Curti e La Selva Sex and violence (Lindau) che meglio di qualunque altro
libro anche straniero ed in modo assolutamente avvincente (per chi è
appassionato di certo cinema, è chiaro), descrive la storia, le opere, le
genialità e le incredibili follie del cinema estremo di tutte le epoche e le
latitudini.
LOL grande! grazie di nuovo. :-D

Mi interessava anche sapere i rapporti tra il regista del film (Lasse
Braun) e Schulze, tipo i motivi della scelta di Schulze, quanta libertà
ha avuto, cosa pensavano uno dell'altro... mi sembra davvero un
sodalizio strano ed interessante.
--
http://ustrega.wordpress.com/
"Vegetable man, where the fuck are you?" (23 11 1984)
Stefano Rizzo
2007-12-05 10:33:04 UTC
Permalink
Post by unita_logica
Mi interessava anche sapere i rapporti tra il regista del film (Lasse
Braun) e Schulze, tipo i motivi della scelta di Schulze, quanta libertà
ha avuto, cosa pensavano uno dell'altro... mi sembra davvero un
sodalizio strano ed interessante.
Da qualche parte c'è sicuramente qualche informazione ma non riesco a
ricordarmi dove, ci devo pensare (sul web c'è di sicuro qualcosa ma
aiuterebbe sapere il tedesco).
Qui c'è qualche recensione all'album:
http://www.klaus-schulze.com/disco/1771bop.htm
Post by unita_logica
--
http://ustrega.wordpress.com/
"Vegetable man, where the fuck are you?" (23 11 1984)
mazapegul
2007-12-04 21:46:12 UTC
Permalink
Post by unita_logica
Questo post è veramente OT. Ma davvero. Mi scuso in anticipo.
Schulze qui dentro e' perfettamente IT.
sarebbe OT solo per i denigratori di Ummagumma ed ASOS suite, cioe'
per quelle quattro larve degli attuali Pink Floyd.

--
http://pguiducci.com/blog
Valerio HT
2007-12-05 03:11:49 UTC
Permalink
Post by mazapegul
Schulze qui dentro e' perfettamente IT.
Valerio HT:
E' vero, anche secondo il manifesto del NG.
Post by mazapegul
sarebbe OT solo per i denigratori di Ummagumma ed ASOS suite, cioe'
per quelle quattro larve degli attuali Pink Floyd.
Valerio HT:
Ehi, Paolo, attenzione che poi molti fans "pop-oriented" si potrebbero
scandalizzare circa il giudizio poco benevolo che dai riguardo ai Pink
Floyd attuali! Poi i fans dei Pink Floyd "forma-canzone" come IOL dicono
che qui c'è poco traffico di post perché si parla male dei Pink Floyd...
o perché ci sono degli estimatori dei Pink Floyd "sperimentali" che,
"insopportabilmente", preferiscono Ummagumma a
The Dark Side Of The Moon (in realtà, siamo una minoranza nel
NG, ma si vede che per qualcuno siamo sempre "di troppo"...) ;-)

E comunque, vi è una imprecisione in quanto hai detto:
A Saucerful Of Secrets "suite" è proprio il pezzo "sperimentale"
di cui i Pink Floyd hanno sempre parlato bene (almeno tre di loro,
ho qualche incertezza su Waters...). E Nick Mason, anche se conta
abbastanza poco nella "dinamica di potere" del gruppo, ha sempre
detto che considera il disco, tutto l'album, ASOS, come uno dei suoi
due preferiti: l'altro è Animals, completamente diverso da ASOS.
Solamente, ritengono che il tempo delle sperimentazioni, anche
quella che loro stessi riconoscono bene riuscita come ASOS suite,
sia passato da un bel po'... per loro si tratta di una fase della loro
storia musicale che hanno attraversato ma senza una vera "passione"
per essa (tranne in parte Richard Wright). Il loro vero obiettivo era
già nel 1967 farsi conoscere ed apprezzare da un pubblico il più
vasto possibile, e ci sono interviste di quegli anni che lo confermano.
Finché la cosa ha funzionato con la psichedelia e la sperimentazione,
bene, poi però hanno capito che se volevano un vero grande successo
popolare dovevano lasciar perdere l'avanguardia, aumentare il peso
dei testi nei loro brani e ricorrere maggiormente alla melodia
convenzionale. Se tu vedi le differenze di vendite fra dischi come
Ummagumma e ASOS e quelle di The Dark Side Of The Moon
e The Wall, puoi ben capire che chi capita qui sarà molto più
probabilmente un ammiratore di TSOTM e The Wall piuttosto
che di Ummagumma o di ASOS suite...

Ciao
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
Valerio HT
2007-12-04 23:18:14 UTC
Permalink
Post by unita_logica
Questo post è veramente OT. Ma davvero. Mi scuso in anticipo.
Valerio HT:
NO, Ettore, il tuo post non è OT!
Cito una parte del manifesto del NG, scritto da me e Pino Pinto:

[Dal Manifesto di it.fan.musica.pink-floyd]:
"Saranno infine ammessi, in quantità modica, post riguardanti artisti o
gruppi influenzati dall'attività artistica dei Pink Floyd, purché si
faccia chiaro riferimento a detta influenza.
Allo stesso modo saranno considerati attinenti, in quantità modica, post
concernenti altri personaggi in palese relazione artistica coi Pink
Floyd, purché detta relazione sia evidenziata e implicita nei soggetti
di discussione."
[fine citazione]

E secondo me, di relazione artistica coi Pink Floyd (benché non solo
loro) si puo' senz'altro parlare per i Corrieri Cosmici Tedeschi,
compreso certamente Klaus Schulze. Il primo disco a cui ha partecipato,
principalmente allora come percussionista, era "Electronic Meditations",
il primo dei Tangerine Dream, che era molto palesemente influenzato
da A Saucerful Of Secrets (la mini-suite). Klaus Schulze in IRRLICHT
e CYBORG come i Tangerine Dream di ZEIT portano alle *estreme
conseguenze* la sperimentazione che parte dalla psichedelia per
avventurarsi in dimensioni sonore ed espressive ben al di là dei
territori sino allora frequentati dal rock, con frequenti accenni
alla musica colta contemporanea e alla musica minimalista
(che sempre "colta contemporanea" è, benché "semplificata" rispetto
alle complesse evoluzioni sonore di Stockhausen o di Berio).
Post by unita_logica
L'altro ieri mentre scartabellavo nel reparto "bargains" ho trovato la
chicca in oggetto: Body Love (1977). Non è avvicinabile allo splendore
di Irrlicht, ma secondo me forma una eccellente musica d'ambiente e se
sparato alto, è comunque un ascolto interessante a mio avviso. Tre
brani da 11 minuti in su, suoni spaziali di buon gusto (e io non sono
certo un amante del progressive), ma mi chiedevo... come si colloca
nella sterminata produzione di Schulze?
Valerio HT:
E' realtà è un disco assai particolare di Schulze: lì il nostro
kosmik-corriere riesce a riprodurre atmosfere sensualissime (di solito
non fra quelle che lui creava) in maniera "sintetica", arrivando a
suggerire l'orgasmo umano pur senza far uso dei suoni "diretti",
come ad esempio veri campionamenti di coiti...

Però già in "Satz Ebene" di Irrlicht il sorprendente Schulze riusciva
a creare una poderosa e coinvolgente sensazione di *orgasmo*,
benché assai più mentale che viscerale: quello almeno per la mia
percezione, non per quella di un Cymbaline che ci sente solo
"fredda geometria" (?!?), ma ho già detto moltissime volte che noi
esseri umani siamo molto diversi l'uno dall'altro quanto a percezione
e fruizione estetica.
Post by unita_logica
(Io ho solo Irrlicht e Body Love.) Da quanto leggo sembra sia molto
simile ad altri dischi di quel periodo.
Valerio HT:
Solamente fino ad un certo punto... Body Love era un altro tipo di
sperimentazione, per lui.

Di Schulze ti posso consigliare questi altri dischi. IRRLICHT lo ritengo
il suo capolavoro e rientra fra i primi dieci dischi da me preferiti di
tutti i tempi, di tutti i luoghi e di tutti i generi musicali. La sua
produzione è quasi sterminata, ma soprattutto dagli anni '80
vi sono molte "cadute" qualitative. Personalmente consiglio:

IRRLICHT (1972)
CYBORG, album doppio ritenuto forse il più pesante all'ascolto (1973)
Blackdance (1974)
Timewind (1975)
Mirage (1977)
Body Love (1977)
X (1978)
Dune (1979)
Audentity (1983)
Dresden Performance (1990)
The Dome Event (1993)
Totentag (1994), opera musicale per teatro
Das Wagner Desaster-Live (1994)
In Blue (1995)
***@Klangart (2001)
Moonlake (2005)

Ci sarebbe da considerare qualche sua opera "monumentale"
come "Contemporary Works vol 1" e "Contemporary Works vol 2",
si tratta di album *multipli* formati da non meno di 5 CD
cadauno... usciti il primo nel 2000 e il secondo nel 2002.

Da evitare come la peste invece la serie di "The Dark Side Of The
Moog"... (si, si chiamano proprio così!).

Ciao
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
unita_logica
2007-12-05 05:52:10 UTC
Permalink
Post by Valerio HT
Allo stesso modo saranno considerati attinenti, in quantità modica, post
concernenti altri personaggi in palese relazione artistica coi Pink
Floyd, purché detta relazione sia evidenziata e implicita nei soggetti
di discussione."
ah è vero - non ricordavo il manifesto... bene quindi! io più che altro
mi riferivo alla parte sul porno... :-D
Post by Valerio HT
E' realtà è un disco assai particolare di Schulze: lì il nostro
kosmik-corriere riesce a riprodurre atmosfere sensualissime (di solito
non fra quelle che lui creava) in maniera "sintetica", arrivando a
suggerire l'orgasmo umano pur senza far uso dei suoni "diretti",
come ad esempio veri campionamenti di coiti...
ecco, è questo che io non ho colto... LOL! Rispetto a Irrlicht le
atmosfere sono più leggere, ma comunque relativamente pesanti rispetto
al contesto a cui la musica dovrebbe essere applicata. ;-)

Ho anche trovato su AllMusic che in realtà ci sono due Body Love: quello
da me citato, e "Body Love Vol. 2" che contiene brani diversi. Sapete
quale dei due sia stato usato per la colonna sonora del film?

http://wm10.allmusic.com/cg/amg.dll?p=amg&sql=11:aifyxqq5ldde~T2
Post by Valerio HT
Solamente fino ad un certo punto... Body Love era un altro tipo di
sperimentazione, per lui.
in che senso?
Post by Valerio HT
Di Schulze ti posso consigliare questi altri dischi. IRRLICHT lo ritengo
il suo capolavoro e rientra fra i primi dieci dischi da me preferiti di
tutti i tempi, di tutti i luoghi e di tutti i generi musicali.
ah, non lo sapevo. :) Piace molto anche a me, soprattutto quegli
accordi infiniti non riuscirò mai a dimenticarmeli!
Grazie per le segnalazioni, ci darò un occhio!
--
http://ustrega.wordpress.com/
"Vegetable man, where the fuck are you?" (23 11 1984)
Valerio HT
2007-12-05 14:25:21 UTC
Permalink
Post by unita_logica
Ho anche trovato su AllMusic che in realtà ci sono due Body Love: quello
da me citato, e "Body Love Vol. 2" che contiene brani diversi. Sapete
quale dei due sia stato usato per la colonna sonora del film?
Valerio HT:
Soprattutto il primo, che già conosci, e un brano solo del secondo
volume, per il film, anzi uno spezzone del secondo album.
Post by unita_logica
Post by Valerio HT
Solamente fino ad un certo punto... Body Love era un altro tipo di
sperimentazione, per lui.
in che senso?
Valerio HT:
Nel senso che, intrinsecamente, l'ambientazione del film porno è ben
diversa dalle "spazialità cosmiche" o comunque dalle descrizioni
elettroniche quasi astratte degli altri album del periodo, anche se
poi il successivo "X" rivelerà ancora un altro tipo di espressione,
nettamente ispirata alla musica classica anche se con forti apporti
di rumorismo (lo chiameresti "noise", ora... ;-) ) e anche di
minimalismo.
Comunque, dal primo IRRLICHT sino al Dune del 1979, si puo'
dire che quasi tutti gli album di Schulze meritino quantomeno
qualche ascolto. Direi che il meno riuscito è proprio il volume 2
di "Body Love" (fra gli album degli anni '70, poi purtroppo si
trova anche di molto peggio... seppure ogni tanto gli vengano
buoni momenti d'ispirazione e quindi escano vari altri album
più che dignitosi, che ho citato nella mia lista).
Post by unita_logica
Piace molto anche a me, soprattutto quegli
accordi infiniti non riuscirò mai a dimenticarmeli!
Valerio HT:
Quella è una delle due fondamentali tecniche inventate da Klaus
Schulze, e li otteneva meccanicamente... appoggiando dei pesi
appositamente costruiti sui tasti degli accordi! L'altra tecnica,
ben presente sul successivo CYBORG (non facile d'ascoltare,
t'avverto... ma è uno dei suoi dischi fondamentali, doppio),
è quella della programmazione dei sequencer con modelli
ritmici "ipnotici".

Ciao
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
Huyg
2007-12-05 09:42:36 UTC
Permalink
Post by Valerio HT
Di Schulze ti posso consigliare questi altri dischi. IRRLICHT lo ritengo
il suo capolavoro e rientra fra i primi dieci dischi da me preferiti di
tutti i tempi, di tutti i luoghi e di tutti i generi musicali.
Uno dei dieci? Ma non era il primo con trenta lunghezze sul secondo e il
terzo ancora deve scollinare il GPM?

Forse il pezzo?
Valerio HT
2007-12-05 14:40:08 UTC
Permalink
Post by Huyg
Post by Valerio HT
Di Schulze ti posso consigliare questi altri dischi. IRRLICHT lo ritengo
il suo capolavoro e rientra fra i primi dieci dischi da me preferiti di
tutti i tempi, di tutti i luoghi e di tutti i generi musicali.
Uno dei dieci? Ma non era il primo con trenta lunghezze sul secondo e il
terzo ancora deve scollinare il GPM?
Valerio HT:
Si, in effetti è proprio il primo. "Il terzo ancora deve scollinare il
GPM"? E cosa significa questa espressione, e cosa è il "GPM"?

Ciao
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
Huyg
2007-12-05 22:30:29 UTC
Permalink
Post by Valerio HT
"Il terzo ancora deve scollinare il
GPM"? E cosa significa questa espressione, e cosa è il "GPM"?
Gran Premio della Montagna, termine ciclistico.
Manco si potrebbe dire che è un "termine gergale"... è solo che capita
spesso che ci sia una salita importante la cui vetta sta a 15-20 km
dall'arrivo, tipo questa:
http://www.gazzetta.it/Speciali/Giroditalia/2008/scaricabili/salite/tappa20.
pdf del prossimo assurdo Giro d'Italia.
Se il terzo deve ancora scollinare, ti lascio immaginare il distacco.
Continua a leggere su narkive:
Loading...