Discussione:
Gilmour&Waters
(troppo vecchio per rispondere)
leftfield
2005-08-19 19:47:06 UTC
Permalink
Leggendo qua' e la' in questo Ng mi sono fatto questa idea, che Roger Waters
e' stato la mente , il genio del gruppo, lui era l'unico che capiva qualcosa
di musica, che ha creato un po' tutto della produzione Pink Floyd: e posso,
forse, essere anche d'accordo con questa sintesi banale che ho fatto di
tutti gli interventi dell'Ng.

Ma detto questo, io quando ascolto i Pink, e li ascolto spesso e da tanti
anni, i momenti di maggiore goduria, di quasi orgasmo, me li danno gli
assolo, i pezzi di chitarra di David Gilmour; potrei quasi metterli,
(complessivamente) come piacere complessivo che mi danno, sullo stesso piano
di quando faccio l'amore con la mia donna!

Qualcuno e' d'accordo con questa sensazione, o capita solo a me?

Saluti

Pasquale
Marco Masoni
2005-08-19 20:00:06 UTC
Permalink
"leftfield" ha scritto nel messaggio
Post by leftfield
Leggendo qua' e la' in questo Ng mi sono fatto questa idea, che Roger Waters
e' stato la mente ,
9 volte su dieci si'.
Post by leftfield
il genio del gruppo,
Bisogna vedere cosa si intende per genio. E' un uomo con un intelligenza
molto sopra la media, con un carattere orribile e un ego smisurato.
Post by leftfield
lui era l'unico che capiva qualcosa di musica,
Beh, nel *capire qualcosa di musica* viene sicuramente dopo Wright e
Gilmour (proprio in quest'ordine), e anche dopo Barrett. Ne capisce piu' di
Mason, quello si'.
Post by leftfield
che ha creato un po' tutto della produzione Pink Floyd
Questo e' un errore madornale. Ha creato quasi tutto The Wall e tutto Final
Cut, ma Animals e' suo per meta' (nonostante i crediti), WYWH per un terzo.
Senza la musicianship degli altri non sarebbe stato capace di creare da
solo o anche con ottimi sessionmen certi dischi capolavoro, e certe canzoni
comunque ben scritte.
Post by leftfield
Ma detto questo, io quando ascolto i Pink, e li ascolto spesso e da tanti
anni, i momenti di maggiore goduria, di quasi orgasmo, me li danno gli
assolo, i pezzi di chitarra di David Gilmour;
A me i tocchi di piano o organo di Wright, o certe rullate su Animals o
l'urlo di Careful mi fanno godere molto di piu'. :-)
Post by leftfield
potrei quasi metterli,
(complessivamente) come piacere complessivo che mi danno, sullo stesso piano
di quando faccio l'amore con la mia donna!
Il sesso e' una cosa, la musica un'altra. :-)
Post by leftfield
Qualcuno e' d'accordo con questa sensazione, o capita solo a me?
Spero capiti solo a te. Ma quando chiavi e stai per venire e cominci a
urlare 'daaaaaaaaviiiiiiiid' che ti dice quella poveretta? ;-))
--
Marco.
mazapegul
2005-08-19 21:29:37 UTC
Permalink
Post by Marco Masoni
Spero capiti solo a te. Ma quando chiavi e stai per venire e cominci a
urlare 'daaaaaaaaviiiiiiiid' che ti dice quella poveretta? ;-))
...potrebbe anche trattarsi di "poveretto".
Marco Masoni
2005-08-19 22:02:55 UTC
Permalink
"mazapegul" ha scritto nel messaggio
Post by mazapegul
...potrebbe anche trattarsi di "poveretto".
No, ha scritto 'ragazza'.
--
Marco.
Walter
2005-08-20 09:45:10 UTC
Permalink
Post by leftfield
Leggendo qua' e la' in questo Ng mi sono fatto questa idea, che Roger Waters
e' stato la mente , il genio del gruppo, lui era l'unico che capiva qualcosa
di musica, che ha creato un po' tutto della produzione Pink Floyd: e posso,
forse, essere anche d'accordo con questa sintesi banale che ho fatto di
tutti gli interventi dell'Ng.
Ma detto questo, io quando ascolto i Pink, e li ascolto spesso e da tanti
anni, i momenti di maggiore goduria, di quasi orgasmo, me li danno gli
assolo, i pezzi di chitarra di David Gilmour; potrei quasi metterli,
(complessivamente) come piacere complessivo che mi danno, sullo stesso piano
di quando faccio l'amore con la mia donna!
Qualcuno e' d'accordo con questa sensazione, o capita solo a me?
Saluti
Pasquale
Ho una mia idea in proposito:

Waters = Poeta
Gilmour = Creativo
Wright = Musicista
Mason = Professionista

Cosa ne pensate?
Saluti.
Seldon
2005-08-20 14:07:58 UTC
Permalink
Post by Walter
Waters = Poeta
Gilmour = Creativo
Wright = Musicista
Mason = Professionista
Cosa ne pensate?
Riduttiva.
Mason professionista non direi proprio.
E Barrett?
--
Seldon
http://digilander.libero.it/floyder
Il Web di it.fan.musica.pink-floyd
..e quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo,
tu potrai rispondere loro: "Noi ricordiamo"
IOL
2005-08-20 14:44:43 UTC
Permalink
Post by Walter
Waters = Poeta
Gilmour = Creativo
Wright = Musicista
Mason = Professionista
Cosa ne pensate?
Sia il termine *Musicista* che *Professionista* potrebbero andare
benissimo anche per Gilmour. Forse sul *Creativo* avrei qualche dubbio;
se per creativo intendiamo *Genio e Sregolatezza*, allora si attaglia
meglio a Barrett che a Gilmour.
--
"Potrai un giorno aver anche dei figli"
"Per poi farli diventar così preferisco allevar vitelli e conigli"
Marco Masoni
2005-08-20 14:46:33 UTC
Permalink
"IOL" ha scritto nel messaggio
Post by IOL
"Potrai un giorno aver anche dei figli"
"Per poi farli diventar così preferisco allevar vitelli e conigli"
Eihla! Battistiano anche tu?
--
Marco.
IOL
2005-08-20 14:50:38 UTC
Permalink
Post by Marco Masoni
Post by IOL
"Potrai un giorno aver anche dei figli"
"Per poi farli diventar così preferisco allevar vitelli e conigli"
Eihla! Battistiano anche tu?
Quel disco è *STRAORDINARIO* :-)
[OT\on]
Ho la discografia in mp3, ma per apprezzare un disco devo assolutamente
masterizzarlo su CD Audio ed ascoltarlo tot volte.
Or ora ho in mano un cd da masterizzare.
Consigliami quale disco masterizzare successivo a *Il nostro caro
angelo* (1973).
[OT\off]
--
Buongiorno Dio.
Lo sai che ci sono anch'io?
Marco Masoni
2005-08-20 16:15:13 UTC
Permalink
"IOL" ha scritto nel messaggio
Post by IOL
Quel disco è *STRAORDINARIO* :-)
Ne ha fatti di meglio, giuro.
Post by IOL
[OT\on]
Ho la discografia in mp3, ma per apprezzare un disco devo assolutamente
masterizzarlo su CD Audio ed ascoltarlo tot volte.
Or ora ho in mano un cd da masterizzare.
Consigliami quale disco masterizzare successivo a *Il nostro caro
angelo* (1973).
[OT\off]
Anima Latina e Don Giovanni, per cominciare. Ma devi comprarteli,
cristodiddio. La musica immortale si compra.
--
Marco.
Knulp
2005-08-20 16:32:39 UTC
Permalink
Post by Marco Masoni
"IOL" ha scritto nel messaggio
Post by IOL
Quel disco è *STRAORDINARIO* :-)
Ne ha fatti di meglio, giuro.
Post by IOL
[OT\on]
Ho la discografia in mp3, ma per apprezzare un disco devo assolutamente
masterizzarlo su CD Audio ed ascoltarlo tot volte.
Or ora ho in mano un cd da masterizzare.
Consigliami quale disco masterizzare successivo a *Il nostro caro
angelo* (1973).
[OT\off]
Anima Latina e Don Giovanni, per cominciare. Ma devi comprarteli,
cristodiddio. La musica immortale si compra.
--
Marco.
Concordo con te. La musica immortale si compra.
Io se volessi farmi una discografia come la tua, mi sarebbe però
economicamente impossibile.
Di fatto, nemmeno l'arte è fruibile da tutti... forse non lo è mai stata.
Mi ricordo che a 15 nni per comprare un LP stavo in casa senza uscire per un
mese.
Poi compravo il LP che veniva registrato ad amici che il mese dopo rendevano
il favore con un LP comprato da loro !!
(cassettine rigorosamente ferro-cromo !!!)
Ora non vorrei aprire un OT tedioso e inutile, ma se su Amazon pago quasi la
metà per lo stesso cd
che trovo in un negozio italiano, mi sorgono delle considerazioni:

1 - qui ci "mangiano" sopra alla stragrande ed in un sacco di gente (non mi
soffermo sulla disamina della catena di distribuzione)
2 - per esempio, un The Wall in USA lo trovavo a prezzi stracciati, qui è
ancora a prezzo intero !!
3 - La musica viene ancora tassata come "bene di lusso" e questo è uno
schifo.

Ok, mi fermo prima di partire in un'invettiva contro il mondo discografico
italiano.
IOL
2005-08-20 22:21:56 UTC
Permalink
Post by Knulp
Di fatto, nemmeno l'arte è fruibile da tutti... forse non lo è mai stata.
Mi ricordo che a 15 nni per comprare un LP stavo in casa senza uscire per un
mese.
Poi compravo il LP che veniva registrato ad amici che il mese dopo rendevano
il favore con un LP comprato da loro !!
(cassettine rigorosamente ferro-cromo !!!)
E' vero. Quanti sacrifici per acquistare un CD!
Però psicologicamente in me avveniva questo:
l'ho comprato, e me lo ascolto. Ho speso soldi, e *me lo devo* far
piacere.
E poi si aveva molto più tempo per assimilare la musica nuova.
Forse se 10 anni fa avessi avuto *tutta la discografia* dei Pink Floyd
in mp3, non mi sarebbero piaciuti. Avrei cominciato a saltare qua e là,
perdendo la *sacra logica* di ogni singolo LP, il fatto cha dopo una
canzone dovesse seguire quell'altra canzone e *solo* quella.
Però indietro non si torna, e se arriva il signor X a dirti: ho tutta
la discografia di Lucio Battisti in un CD, lo vuoi doppiare? ci casco
(ahimè).
Però come già detto cerco di rimediare masterizzandomi un CD Audio di
un LP completo da ascoltare con calma, e finchè non ho assimilato non
procedo ad ulteriori masterizzazioni.
Sennò comincio a saltellare da traccia a traccia, da disco a disco, e
si finisce per ascoltare solo ciò che è di immediato impatto.
--
E' triste il pensarlo, ma non vi è dubbio che il genio dura più a lungo
della bellezza.
Seldon
2005-08-20 23:13:08 UTC
Permalink
Post by IOL
Forse se 10 anni fa avessi avuto *tutta la discografia* dei Pink Floyd
in mp3, non mi sarebbero piaciuti.
Si.
Mi ci vedo in questa tua frase.
Io avevo la loro intera discografia (escludendo Division Bell) già un
quindicennio fa e ho comprato album dopo album in compagnia degli amici.
E' stata una scoperta graduale e se avessimo avuto tutto subito, forse,
non sarebbe stato lo stesso.

E' un argomento interessante su cui si potrebbe discutere a lungo.
--
Seldon
http://digilander.libero.it/floyder
Il Web di it.fan.musica.pink-floyd
..e quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo,
tu potrai rispondere loro: "Noi ricordiamo"
Marco Masoni
2005-08-21 12:18:51 UTC
Permalink
"Seldon" ha scritto nel messaggio
Post by Seldon
E' stata una scoperta graduale e se avessimo avuto tutto subito, forse,
non sarebbe stato lo stesso.
E' un argomento interessante su cui si potrebbe discutere a lungo.
E' un argomento DETERMINANTE per capire perche' la musica nei giovani
d'oggi e' vissuta come uno zainetto o un telefonino: merce, solo merce da
consumare, saponette che poi non ti ricordi neanche che profumo avevano.
--
Marco.
Knulp
2005-08-21 13:22:10 UTC
Permalink
Post by Marco Masoni
"Seldon" ha scritto nel messaggio
Post by Seldon
E' stata una scoperta graduale e se avessimo avuto tutto subito, forse,
non sarebbe stato lo stesso.
E' un argomento interessante su cui si potrebbe discutere a lungo.
E' un argomento DETERMINANTE per capire perche' la musica nei giovani
d'oggi e' vissuta come uno zainetto o un telefonino: merce, solo merce da
consumare, saponette che poi non ti ricordi neanche che profumo avevano.
Knulp:
Si apre un dibattito molto importante.
Ai miei tempi (tra quattro giorni ne suono 39), si comprava ul LP al mese
(almeno io non me ne potevo permettere di più),
si andava a casa, si metteva su il lato A con i testi davanti (se
c'erano!!) e lo si gustava, per poi passare al lato B.
Si registrava la cassettina da mettere in macchina, e si ascoltava tutto
dall'inizio alla fine. A casa il LP, in macchina la cassetta.
L'album veniva vissuto come una "reliquia", un qualcosa da studiare,
capire, gustare fino in fondo, un qualcosa che spesso ti faceva venire
voglia di comprare un altro album dello stesso artista.
Non c'era internet per informarsi, le recensioni erano difficili da trovare
così come i libri .. si brancolava un po' al buio se non avevi una guida.
Io avevo un compagno di classe i cui genitori avevano un piccolo negozio di
dischi.
La musica la ascoltavo in negozio da lui che però non mi registrava nulla
(etica commerciale !!!). Al massimo lire 2.000 di sconto sul LP.
La fortuna, per uno come me che in famiglia doveva sorbirsi Julio Iglesias
da parte di mamma e Castellina e Pasi da parte di papà, era avere questo
amico ed il suo fratello maggiore, che mi davano le imbeccate.
Ecco quindi i primi LP dei Jethro Tull, dei Police, degli Stones, dei PF,
di Clapton, dei Genesis, Springsteen, di Zappa, dei Doors, Neil Young, Who,
Led Zeppelin, U2 ..... e così via.
Un po' a casaccio, seguendo l'istinto, ma il tutto vissuto con l'animo del
"ricercatore", con l'entusiasmo della gioventù, con "beata innocenza" e una
grossa dose di ignoranza ! :-))
E con la paura di buttare via Lire 17.000 se poi il gruppo o l'album non ti
piaceva.
Ecco, forse ai nostri tempi la "MUSICA" era vissuta come una ricerca, una
conquista. Un album te lo consumavi. Non era un cd dei Blue da ascoltare
una volta, come fanni i miei nipotini, per poi lasciare impolverato da
qualche parte.
Ciò che ascoltavi ti *identificava* in qualche modo. Ti faceva anche
sentire importante :-))) (Chi non ha preso in giro le compagne di classe
perchè asoltavano i Duran Duran mentre magari schifano Stairway to
Heaven??).
Oggi il mercato della musica mi sembra governato molto più dalle leggi
commerciali, dalla radio e da MTV che dalla ricerca, dall'emozione, dalla
qualità.
Quanto ha influito MTV ad esempio in tutto questo? (in negativo secondo me,
perchè a NOI non fregava niente se Keith Richards era brutto come la morte,
ci piacevano i suoi riff, mentre adesso se hai un bel faccino conta molto
di più per i giovani d'oggi ...oddio non tutti, ma tantissimi si)
Quanto ha influito il fatto che un pezzo deve essere di tre minuti per
essere passato in radio e deve essere canticchiabile in doccia più o meno
da tutti?
Quando mai avete sentito Echoes in Radio ?????????????????????
Solo radio Capital a volte si lancia, come l'altra sera, e ti spara tutto
il lato A di Thick as Brick dei Jetrho Tull per radio !! (scommetto che
saremmo stati al massimo in 5 in tutta Italia a non cambiare stazione)
Insomma, in una società improntata all' *usa e getta*, con i
condizionamenti e i messaggi che TV e altro danno, c'è po da stupirsi
perchè i ragazzini comrano i Blue quando io allo loro età compravo Stones,
PF, ecc...ecc... ???
C'è da stupirsi trovare anche sul web recensioni che definiscono l'ultimo
album di Jovanotti quasi "epocale" ?? (Scusate il riferimento al buon
Lorenzo Cherubini, ma proprio non lo tollero).
A voi la parola...
Scusate se mi sono dilungato...
Saluti....
"......though I'de something more to say"
Marco Masoni
2005-08-21 13:53:23 UTC
Permalink
"Knulp" ha scritto nel messaggio
Post by Knulp
Ai miei tempi (tra quattro giorni ne suono 39), si comprava ul LP al mese
(almeno io non me ne potevo permettere di più),
Idem, di anni ne ho 32 ma e' uguale. Pero' quando ho fatto i primi viaggi
in giro per l'europa preferivo non mangiare, andare avanti un giorno intero
con una scatoletta di tonno per avere soldi da comprare in vinili... Nel
1996 ho spedito a casa dalla germania e dall'inghilterra circa 100 LP e
altrettanti CD...
Post by Knulp
L'album veniva vissuto come una "reliquia", un qualcosa da studiare,
capire, gustare fino in fondo, un qualcosa che spesso ti faceva venire
voglia di comprare un altro album dello stesso artista.
Non c'era internet per informarsi, le recensioni erano difficili da trovare
così come i libri .. si brancolava un po' al buio se non avevi una guida.
Esatto. Andavi avanti perche' avevi il gusto e la volonta'. Non esistevano
le pappe scodellate, come e' oggi internet. Lati positivi e negativi.
Post by Knulp
Ecco, forse ai nostri tempi la "MUSICA" era vissuta come una ricerca, una
conquista. Un album te lo consumavi. Non era un cd dei Blue da ascoltare
una volta,
Certo. Da una ricerca molto seria riportata da Peter Gabriel in una
conferenza stampa nel 2002 la media di ascolto di in intero LP e' 1.2 per
acquirente. Capite??? Uno si compra un disco e se lo ascolta UNA volta
virgola due di media. Vuol dire che c'e' chi lo ascolta 30 volte e chi
sente una canzone sola, il singolo, e neanche per intero.
Post by Knulp
Oggi il mercato della musica mi sembra governato molto più dalle leggi
commerciali, dalla radio e da MTV che dalla ricerca, dall'emozione, dalla
qualità.
Quanto ha influito MTV ad esempio in tutto questo? (in negativo secondo me,
perchè a NOI non fregava niente se Keith Richards era brutto come la morte,
ci piacevano i suoi riff, mentre adesso se hai un bel faccino conta molto
di più per i giovani d'oggi ...oddio non tutti, ma tantissimi si)
Figurati che quando ci fu quella storia delle frequenze televisive non
assegnate per MTV, qualche anno fa, ho sperato moltissimo che la
chiudessero...
Post by Knulp
Quando mai avete sentito Echoes in Radio ?????????????????????
Vabbe', sulle radio e' un discorso simile ma di altro tipo. Sicuramente
contano, visto che le radio principali hanno le famose *playlist* (ovvero i
100 brani setttimanali da passare a rotazione sponsorizzati in qualche
modo - non entro in particolari - dalle case discografiche).

La radio non ha piu' quella funzione educativa di una volta, ci sono
pochissimi programmi tematici e intelligenti ma non pallosi.
Post by Knulp
Scusate se mi sono dilungato...
E' stato un piacere.
--
Marco.
Seldon
2005-08-21 14:21:07 UTC
Permalink
Post by Knulp
Post by Marco Masoni
Post by Seldon
E' stata una scoperta graduale e se avessimo avuto tutto subito, forse,
non sarebbe stato lo stesso.
E' un argomento DETERMINANTE per capire perche' la musica nei giovani
d'oggi e' vissuta come uno zainetto o un telefonino: merce, solo merce da
consumare, saponette che poi non ti ricordi neanche che profumo avevano.
L'album veniva vissuto come una "reliquia", un qualcosa da studiare,
E' esatto.
"Liquidare" una discografia con un cd di mp3 è IMPOSSIBILE.
Dico questo perchè nonostante i circa 300 tra cd, vinili e cassette
originali, ho anch'io diverse discografie in formato compresso ma le
considero non di mia proprietà intellettuale. Ai tempi poteva andar bene
comprare un disco in tre e copiarlo ad altri due amici tanto per fare un
esempio. Ma era impensabile comprare tanta roba in una sola volta e non
erano solamente i soldi a inibire l'acquisto.. Dove avremmo trovato il
tempo per 30 dischi tutti insieme? Il tempo per assimilarlo, per farlo
nostro. Oggi invece scarichi (illegalmente ma è un altro discorso) la
discografia di Zappa, senti la prima traccia e pensi che forse non ti piace
e magari cancelli tutto.
Post by Knulp
E con la paura di buttare via Lire 17.000 se poi il gruppo o l'album non ti
piaceva.
Questo era il prezzo del 1989 per una cassetta. Il CD se non erro costava
una diecimila in più.
Post by Knulp
Chi non ha preso in giro le compagne di classe
perchè asoltavano i Duran Duran mentre magari schifano Stairway to
Heaven??).
mmm.. a me forse è accaduto il contrario.
Qualcuno mi ha preso in giro perchè ascoltavo i Pink Floyd quando
imperversavano i Duran Duran ;-)
Post by Knulp
Quanto ha influito MTV ad esempio in tutto questo?
Attenzione perchè secondo me MTV non è la causa ma uno dei tanti prodotti
che il sistema ha offerto al pubblico. Il pubblico vuole *consumare* e gli
si da una TV per farlo. That's all.
Post by Knulp
Quanto ha influito il fatto che un pezzo deve essere di tre minuti per
essere passato in radio e deve essere canticchiabile in doccia più o meno
da tutti?
Ma questo è un motivo che poteva esser valido anche 50 anni fa!
La "canzone" sanremese ad esempio già imponeva questo standard. I primi
Beatles si limitavano a questo standard. Questo è uno dei motivi per cui ho
amato generi come il prog, la new age, la musica elettronica, il jazz.
Ho amato il rifiuto di questa struttura, di questi tempi ristretti al
passaggio in radio, di queste facili melodie.
Nel contempo anch'io come il buon Bennato mi sono detto a volte che "sono
solo canzonette" e ho cercato di non tralasciare del tutto il prodotto di
"facile ascolto".
Post by Knulp
Quando mai avete sentito Echoes in Radio ?????????????????????
Solo radio Capital a volte si lancia, come l'altra sera, e ti spara tutto
il lato A di Thick as Brick dei Jetrho Tull per radio !! (scommetto che
saremmo stati al massimo in 5 in tutta Italia a non cambiare stazione)
Quando mi capita di sentire cose del genere penso sempre che c'è
qualcun'altro del ng che sicuramente sta ascoltando :-)
--
Seldon
http://digilander.libero.it/floyder
Il Web di it.fan.musica.pink-floyd
..e quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo,
tu potrai rispondere loro: "Noi ricordiamo"
Der Steppenwolf
2005-08-23 21:25:34 UTC
Permalink
Post by Seldon
"Liquidare" una discografia con un cd di mp3 è IMPOSSIBILE.
Da un lato hai 14 cd originali.
Dall'altro un Verbatim da 75 cents.

Non hai mai ascoltato nulla dei Floyd: qual è il metodo
più comodo ed economico per assimilare la discografia?

Io ho *iniziato* col Verbatim.
Seldon
2005-08-23 21:51:56 UTC
Permalink
Post by Der Steppenwolf
Post by Seldon
"Liquidare" una discografia con un cd di mp3 è IMPOSSIBILE.
Da un lato hai 14 cd originali.
Dall'altro un Verbatim da 75 cents.
Non hai mai ascoltato nulla dei Floyd: qual è il metodo
più comodo ed economico per assimilare la discografia?
Dario non è questo il punto. I 14 CD, non necessariamente originali, io li
ho ascoltati negli anni. La discografia dei Magma invece è per me più
recente. Cosa credi conosca meglio?
--
Seldon
http://digilander.libero.it/floyder
Il Web di it.fan.musica.pink-floyd
..e quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo,
tu potrai rispondere loro: "Noi ricordiamo"
IOL
2005-08-23 22:51:25 UTC
Permalink
Post by Der Steppenwolf
Post by Seldon
"Liquidare" una discografia con un cd di mp3 è IMPOSSIBILE.
Da un lato hai 14 cd originali.
Dall'altro un Verbatim da 75 cents.
Non hai mai ascoltato nulla dei Floyd: qual è il metodo
più comodo ed economico per assimilare la discografia?
Io ho *iniziato* col Verbatim.
Oggi di fronte a spese immani si è veramente troppo tentati a ricorrere
a muli etc oppure a qualcuno che possiede tutta la discografia in mp3.
Eppure soprattutto per i Pink Floyd si perde inesorabilmente la magia
di scoprire l'evoluzione della band. Si passa a ciò che più ti piace
(per Valerio ASOS, per altri TW) ed il resto ibernato nel formato mp3
del CD.
--
L'ignoranza arriva in casa vestita in frak.
Valerio HT
2005-08-24 05:18:23 UTC
Permalink
Post by IOL
Eppure soprattutto per i Pink Floyd si perde inesorabilmente la magia
di scoprire l'evoluzione della band. Si passa a ciò che più ti piace
(per Valerio ASOS, per altri TW) ed il resto ibernato nel formato mp3
del CD.
Valerio HT:
Non è certo il mio caso, eh? Dal primo ASOS ricevuto in regalo nel '69,
sino al DVD di Pink Floyd live at Pompeii, ho tutto *originale* e quasi
sempre nella prima "tiratura", almeno per i LP. Ma ho avuto vari decenni
a disposizione per farlo... ;-)

In MP3, poi, è un controsenso logico per una musica in cui le sfumature,
gli esatti rapporti di fase, il preciso panning, l'esatta dinamica,
la originale distribuzione spettrale del suono etc. sono fondamentali.

Saluti
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
IOL
2005-08-24 07:42:08 UTC
Permalink
Post by Valerio HT
Non è certo il mio caso, eh? Dal primo ASOS ricevuto in regalo nel '69,
sino al DVD di Pink Floyd live at Pompeii, ho tutto *originale* e quasi
sempre nella prima "tiratura", almeno per i LP. Ma ho avuto vari decenni
a disposizione per farlo... ;-)
In MP3, poi, è un controsenso logico per una musica in cui le sfumature,
gli esatti rapporti di fase, il preciso panning, l'esatta dinamica,
la originale distribuzione spettrale del suono etc. sono fondamentali.
Chi ha vissuto in contemporanea le uscite dei dischi ha avuto fortuna
secondo me. Praticamente (data la mia giovane età - ma neanche più di
tanto) io non ho vissuto da protagonista quasi nessuna uscita dei miei
gruppi preferiti.
E riscoprire la discografia di un artista (soprattutto quelli di lungo
corso con discografie nebulose) non è semplice.
Per esempio io di Bob Dylan ho 4 album (Slow Train Coming, Infidels,
Saved, Unplugged). Lo spunto per prendere i primi 2 fu solamente il
fatto che ci suonasse Mark Knopfler.
Appurato che Bob Dylan mi piace, la logica sarebbe acquistare i suoi
dischi con una cadenza di 1 ogni 4\6 mesi (non prima per evitare di
farsi un'idea superficiale dell'opera). In più dovrei partire dal primo
per avvicinarmi man mano al Bob Dylan attuale.
Per me, più facile a dirsi che a farsi.
Oltretutto arriva il mio amico che si è fatto l'adsl aggratis per 3
mesi, si è buttato giù 10 DVD di musica mp3 tra cui (guarda caso)
l'opera omnia di Bob Dylan. Il fatto che non avrà mai il tempo di
ascoltarla è irrilevante.
Per ora non ho ceduto alla tentazione, ma se penso: vorrei tale album,
la scelta è
1. faticosa ricerca per negozi (sempre meno quelli specializzati dalle
mie parti) con fuoriuscita di denaro (sempre troppo poco)
2. masterizzami la discografia :-)
--
Legionari incapaci in un mondo senza pace.
Marco Masoni
2005-08-24 09:26:21 UTC
Permalink
"IOL" ha scritto nel messaggio
Post by IOL
Per esempio io di Bob Dylan ho 4 album (Slow Train Coming, Infidels,
Saved, Unplugged). Lo spunto per prendere i primi 2 fu solamente il
fatto che ci suonasse Mark Knopfler.
Appurato che Bob Dylan mi piace, la logica sarebbe acquistare i suoi
dischi con una cadenza di 1 ogni 4\6 mesi (non prima per evitare di
farsi un'idea superficiale dell'opera). In più dovrei partire dal primo
per avvicinarmi man mano al Bob Dylan attuale.
Ma no.. comprati prima Blonde On Blonde, Subterranean, Highway 65 (insomma,
questi piu' gli altri tra la fine del 1963 e il 1966), Blood On The Tracks
e uno a scelta tra Oh Mercy e Time Out Of Mind. Poi puoi avere anche gli
altri.
Post by IOL
1. faticosa ricerca per negozi (sempre meno quelli specializzati dalle
mie parti) con fuoriuscita di denaro (sempre troppo poco)
I dischi di Dylan e dei PF si trovano dappertutto, non stiamo parlando dei
Vanilla Fudge o degli Audience.

--
Marco.
IOL
2005-08-24 09:30:55 UTC
Permalink
Post by Marco Masoni
I dischi di Dylan e dei PF si trovano dappertutto, non stiamo parlando dei
Vanilla Fudge o degli Audience.
Beh More in genere lo si deve andare a spulciare in qualche negozietto,
a parte adesso che con le versioni remastered sono risaltati un pò
tutti fuori (persino TFC in bella mostra nei centri commerciali).
--
Non prender moglie fino a quando non potrai dire a te stesso d'aver
fatto tutto il possibile per evitarlo.
Seldon
2005-08-24 23:47:05 UTC
Permalink
Post by IOL
il mio amico che si è fatto l'adsl aggratis per 3
mesi, si è buttato giù 10 DVD di musica mp3 tra cui (guarda caso)
l'opera omnia di Bob Dylan. Il fatto che non avrà mai il tempo di
ascoltarla è irrilevante.
Invece oltre che rilevante è un fatto negativo in doppia misura:

1) il tuo amico probabilmente non comprerà dischi di Dylan.
2) il tuo amico probabilmente non ascolterà Dylan.
--
Seldon
http://digilander.libero.it/floyder
Il Web di it.fan.musica.pink-floyd
..e quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo,
tu potrai rispondere loro: "Noi ricordiamo"
IOL
2005-08-25 06:43:54 UTC
Permalink
Post by Seldon
1) il tuo amico probabilmente non comprerà dischi di Dylan.
2) il tuo amico probabilmente non ascolterà Dylan.
Hai ragione.
Però questi modi *alternativi* di procurarsi i dischi porta a non
sperimentare più, perchè spendere soldi per un disco che rischia di non
piacerti non è più fattibile.
Si comprano i dischi di chi conosci, degli artisti a cui sei
affezionato o che ti diano una seppur minima garanzia di gradimento.
Difficile che si compri un disco nuovo di un artista sconosciuto e/o
mai ascoltato prima, così alla cieca.
--
Ogni albero produce il suo frutto,
e si raccoglie solo ciò che venne seminato.
Marco Masoni
2005-08-25 08:44:43 UTC
Permalink
"IOL" ha scritto nel messaggio
Post by IOL
Si comprano i dischi di chi conosci, degli artisti a cui sei
affezionato o che ti diano una seppur minima garanzia di gradimento.
Difficile che si compri un disco nuovo di un artista sconosciuto e/o
mai ascoltato prima, così alla cieca.
Esatto, e quindi la musica degli artisti nuovi (i dischi degli artisti
nuovi) morira'.

--
Marco.
Seldon
2005-08-25 08:50:20 UTC
Permalink
Post by IOL
Però questi modi *alternativi* di procurarsi i dischi porta a non
sperimentare più, perchè spendere soldi per un disco che rischia di non
piacerti non è più fattibile.
Mah.. io faccio ancora entrambe le cose. Compro dischi quando posso e se
proprio non posso e ho urgenza..
Post by IOL
Difficile che si compri un disco nuovo di un artista sconosciuto e/o
mai ascoltato prima, così alla cieca.
L'ho fatto tante volte.
Però è vero: lo facevo più in passato.
--
Seldon
http://digilander.libero.it/floyder
Il Web di it.fan.musica.pink-floyd
..e quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo,
tu potrai rispondere loro: "Noi ricordiamo"
Huyg
2005-08-25 10:35:22 UTC
Permalink
Post by IOL
Difficile che si compri un disco nuovo di un artista sconosciuto e/o
mai ascoltato prima, così alla cieca.
Io lo faccio di continuo. A patto di spenderci non più di 10 euro. Non mi
sembra di chiedere la luna.
IOL
2005-08-25 16:34:38 UTC
Permalink
Post by Huyg
Post by IOL
Difficile che si compri un disco nuovo di un artista sconosciuto e/o
mai ascoltato prima, così alla cieca.
Io lo faccio di continuo. A patto di spenderci non più di 10 euro. Non mi
sembra di chiedere la luna.
Un disco appena uscito è difficile che costi 10 euro. E' di questo che
io parlavo: ascoltare la musica al momento in cui esce sul mercato.
Ovvio che è diverso andare a cercare dischi degli anni 70 al giorno
d'oggi, magari tra bancarelle od offerte speciali.
--
Ho dato la chitarra al figlio del fornaio
per una pizza ed un fucile.
Huyg
2005-08-25 22:48:09 UTC
Permalink
Post by IOL
Post by Huyg
Post by IOL
Difficile che si compri un disco nuovo di un artista sconosciuto e/o
mai ascoltato prima, così alla cieca.
Io lo faccio di continuo. A patto di spenderci non più di 10 euro. Non mi
sembra di chiedere la luna.
Un disco appena uscito è difficile che costi 10 euro. E' di questo che
io parlavo: ascoltare la musica al momento in cui esce sul mercato.
Oddìo, qualcuno lo fa. Comunque hai ragione.
Post by IOL
Ovvio che è diverso andare a cercare dischi degli anni 70 al giorno
d'oggi, magari tra bancarelle od offerte speciali.
Ah che bello appassionarsi alla musica poco cara...
daurjax
2005-08-25 22:51:21 UTC
Permalink
Post by Huyg
Ah che bello appassionarsi alla musica poco cara...
Ho quasi avuto un orgasmo quando ho pagato l'LP di Animals 5 euro :D
RD
Huyg
2005-08-25 22:56:48 UTC
Permalink
Post by daurjax
Post by Huyg
Ah che bello appassionarsi alla musica poco cara...
Ho quasi avuto un orgasmo quando ho pagato l'LP di Animals 5 euro :D
Ti dico solo che ho appena comprato, in LP:

A Night At The Opera: euro 5
A Day At The Races: euro 5
In The Court Of The Crimson King: euro 10
Selling England By The Pound: euro 7

e, gran finale...

The Lamb Lies Down On Broadway: euro 2!!!!
Duke: euro 1!!!!
daurjax
2005-08-25 23:29:51 UTC
Permalink
Post by Huyg
A Night At The Opera: euro 5
A Day At The Races: euro 5
In The Court Of The Crimson King: euro 10
Selling England By The Pound: euro 7
Notevolissimi
Post by Huyg
e, gran finale...
The Lamb Lies Down On Broadway: euro 2!!!!
Duke: euro 1!!!!
FANTASCIENZA!
Gli avrei quasi detto al venditore "dai, te prego, fattè da qualche altra
cosa!!" :D

Io nel mio piccolo posso vantare, oltre al succitato Animals LP a 5 euro,

Wish You Were Here CD euro 6
Dark Side Of The Moon CD euro 7,90
Is There Anybody Out There? BOX euro 16,14
Red Hot Chili Peppers Live 2002 (bootleg) £ 3 (circa euro 4,5).
RD
IOL
2005-08-21 18:51:03 UTC
Permalink
Post by Knulp
Quando mai avete sentito Echoes in Radio ?????????????????????
Vivere i tempi di uscita dei dischi, o comunque di un gruppo ancora
*vivo* è importante secondo me.
E' ovvio che essendo nato nell'anno del Muro non posso aver vissuto
l'epoca Waters se non di riflesso perchè mio padre mandava a palla lo
stereo con The Wall.
Però quando cominciai ad avere una certa indipendenza musicale fu
importante il fatto che a quei tempi si *parlasse* dei Pink Floyd, che
uscivano con AMLOR, Delicate Sound of Thunder, ed il concerto di
Venezia. Quello mi spronò a conoscerli meglio e ad andare a ritroso con
i loro vecchi album.
Possiamo dire che non ce ne frega niente, ma se la TV o la radio
parlano dei PF sotto sotto ci fa piacere ;-)
--
Tu non studi più
facendo cosa tu stai
se non sai cosa vuoi tu
mazapegul
2005-08-22 01:01:45 UTC
Permalink
Post by Knulp
Ecco, forse ai nostri tempi la "MUSICA" era vissuta come una ricerca, una
conquista. Un album te lo consumavi. Non era un cd dei Blue da ascoltare
una volta, come fanni i miei nipotini, per poi lasciare impolverato da
qualche parte.
mazapegul:
la "ricerca" era legata ai tuoi 18 anni, non ai tuoi tempi (che poi
erano anche i miei visto che ho appena girato i 38). gli adolescenti
che oggi vedi consumare musica commerciale c'erano anche ai "nostri
tempi", ce ne erano a uffa, anche se non tutti.
inoltre ai nostri tempi, a parte gli usufruitori di musica commerciale,
c'erano quelle 3 o 4 scuole di pensiero in tutto. dipendeva dalla
rivista di tendenza o critico che seguivi (ciao 2001 e Gong prima; il
mucchio, il buscadero o il rockerilla poi), e ti uniformavi ad una
certa corrente di pensiero. una influenza che poteva anche essere
indiretta, ovvero tramite quelle persone piu' grandi che assumevi a
"guide". cio' era evidente.
sai che ti dico? ripensando ai "nostri tempi" mi cascano le palle ancor
di piu' che pensando ad oggi. grazie soprattutto ad Internet ed alla
maggiore facilita' nel raggiungere la musica, oggi le scuole di
pensiero sono molte di piu', ed e' anche piu' facile sbordare
virtualmente al di fuori della propria piccola nazione (oltretutto,
oggi molta piu' giovani masticano l'inglese rispetto ai nostri tempi).
inoltre come tu giustamente dici, per acquistare dischi all'epoca
bisognava anche permetterselo economicamente. questo fatto e' secondo
me una distorsione, la musica come bene culturale dovrebbe essere
accessibile a tutti ed in ugual misura.
Post by Knulp
Oggi il mercato della musica mi sembra governato molto più dalle leggi
commerciali, dalla radio e da MTV che dalla ricerca, dall'emozione, dalla
qualità.
mazapegul:
era cosi' anche allora.
ma oggi c'e' anche molta piu' musica indipendente rispetto agli agli
anni 60-70-80. stampano dischi cani e porci certo, ma c'e' anche una
certa quantita' di musica di qualita' che non segue gli stereotipi
commerciali.

saluti
Huyg
2005-08-24 20:23:09 UTC
Permalink
Post by Knulp
Si apre un dibattito molto importante.
Ai miei tempi (tra quattro giorni ne suono 39), si comprava ul LP al mese
(almeno io non me ne potevo permettere di più),
si andava a casa, si metteva su il lato A con i testi davanti (se
c'erano!!) e lo si gustava, per poi passare al lato B.
[CUTTONE]
Post by Knulp
C'è da stupirsi trovare anche sul web recensioni che definiscono l'ultimo
album di Jovanotti quasi "epocale" ?? (Scusate il riferimento al buon
Lorenzo Cherubini, ma proprio non lo tollero).
A voi la parola...
Scusate se mi sono dilungato...
Saluti....
"......though I'de something more to say"
C'è sempre questo retrogusto apocalittico in queste disamine sulla
differenza tra i bei tempi andati e il piovrone consumistico di oggi.
Personalmente, trovo questo retrogusto non tanto eccessivo quanto proprio
fuori strada. Che c'entra, so benissimo, io per primo (io ho 24 anni), che
c'è una bella differenza nella forma mentis di chi comprava i dischi negli
anni '60, '70 e '80 e in chi li compra adesso. E onestamente provo una certa
invidia per chi ha potuto "assaporare" con certe compagnie e con certi
canoni di ascolto, così diversi da ora, gli stessi album che oggi io
trangugio. Però calma. Ci sono alcune valutazioni che non possono essere
ignorate. In primis, il concetto, lapalissiano, che al giorno d'oggi c'è
molta più musica rispetto a trenta, venti e dieci anni fa, a livello
prettamente quantitativo. Vi è poi una maggior facilità di accesso, per
svariati motivi. E vi è inevitabilmente una maggiore fetta di popolazione
che ha accesso alla musica (dove per musica intendo il senso più lato, dai
canti gregoriani a Laura Pausini). Vi sono più giudizi, più stimoli, più
tutto. Ogni cosa, quando diventa di dominio pubblico, perde un pezzettino
del suo fascino... ma è un ragionamento, validissimo, molto soggettivo. Io
nell'ultima settimana ho speso 100 euro in musica, ne ho cavato fuori 10 CD,
2 DVD e 7 vinili (più le ciocie di Dark Side, regalino per un nostro comune
amico). Il tutto tra usati, sconti, mercatini, ecc. ecc. In quei CD c'è un
Genesis, gli U2, Michael Hedges, Peter Gabriel, insomma, un po' di tutto.
C'ho perso un po' di tempo, è vero, ma è una passione e la porto avanti. E
ritengo di essere tutt'altro che una mosca bianca (non foss'altro per la
popolazione che ho visto accanto a me mentre spulciavo i banchetti).
Il discorso su MTv e compagnia lo trovo davvero sfinente. Fatevi due conti:
ci metterete poco a capire che non è vero che bastano due passaggi in TV
perché il popolo bue compri il CD. Calcolatevi quante persone hanno
ascoltato quell'obbrobbrio che è "Come Stai" di Vasco, tra MTv e
telefonini... arriviamo facile a venticinque milioni di persone? E
venticinque milioni di persone sottomesse a un vero e proprio battage...
eppure "Buoni O Cattivi" ha venduto "solo" un milione e trecentomila copie.
Composte comunque in stragrande maggioranza da quelli come me che hanno
comprato l'album in quanto fan più o meno critici di Vasco (il quale bene o
male ha sempre venduto), più quelli che magari l'hanno comprato per "Un
Senso", più quelli che magari gli è piaciuto davvero il singolo (sigh)...
insomma, i "condizionati" saranno sì e no duecentomila. Che sono uno
SPROPOSITO, s'intenda, ma molti meno dei "condizionabili"...
Insomma, condivido il discorso di un ruolo di MTv in alcuni ambiti musicali,
in particolare in tutto quello che riguarda il look. Non ricordo più chi
diceva prima che nessuno se ne fregava se Waters o Zappa erano dei mezzi
mostri, mentre ora è indubbio che far annusare un po' di patata oppure un
par di pettorali, magari con balletti appositi, è un must della "MTv
Generation", basti vedere l'ultimo strepitoso video di Shakira... Ma da qui
a trasformare MTv in uno dei mali del mondo e nel male della musica secondo
me ce ne corre molto. Al di là del discorso, molto egoistico, che io
gradisco molto i vari battage di MTv, perché compro CD che su MTv non ci
passano manco dipinti, e li pago quindi molto meno. Secondo me il "male
della musica" va ricercato nell'eccessivo costo della stessa, e non a caso
tutte le nuove risorse, legali o no, si muovono in quella direzione...
Insomma, concludendo: è un dato di fatto che la percentuale di ascoltatori
"distratti" rispetto a quelli "attenti" è aumentata a dismisura negli ultimi
venti-trent'anni. Ma secondo me non si può, né si deve, dimenticare il fatto
che, IN VALORE ASSOLUTO, gli ascoltatori "attenti" sono aumentati
altrettanto a dismisura, di pari passo con musica e mezzi di ascoltarla e di
ottenerla.
IOL
2005-08-24 20:49:00 UTC
Permalink
Post by Huyg
Ma da qui
a trasformare MTv in uno dei mali del mondo e nel male della musica secondo
me ce ne corre molto.
MTV è la punta (o la base?) dell'iceberg.
A furia di dar da mangiare alla gente cavoletti, penserà che è quella
la cosa più buona del mondo. Il gusto (ed il pensiero) della massa si
può pilotare.
E questo discorso si può fare per la musica, per la tv, per l'arte etc
etc.
Bada non sono un catastrofista. Penso solo che attraversiamo la parte
bassa della curva. Son convinto che il trend tornerà ad essere positivo
prima o poi, però ora come ora l'Era della Plastica ha plastificato
anche molte menti.
[il tutto secondo me, ovviamente :-)]
--
Tesoro, tesoro, dormi profondamente?
Bene.
Perchè solo quando dormi so davvero parlarti.
Marco Masoni
2005-08-24 21:36:12 UTC
Permalink
"IOL" ha scritto nel messaggio
Post by IOL
MTV è la punta (o la base?) dell'iceberg.
A furia di dar da mangiare alla gente cavoletti, penserà che è quella
la cosa più buona del mondo. Il gusto (ed il pensiero) della massa si
può pilotare.
E questo discorso si può fare per la musica, per la tv, per l'arte etc
etc.
Perfettamente d'accordo, non avresti saputo sintetizzare meglio.
--
Marco.
Huyg
2005-08-24 23:00:22 UTC
Permalink
Post by IOL
MTV è la punta (o la base?) dell'iceberg.
A furia di dar da mangiare alla gente cavoletti, penserà che è quella
la cosa più buona del mondo. Il gusto (ed il pensiero) della massa si
può pilotare.
E questo discorso si può fare per la musica, per la tv, per l'arte etc
etc.
Ora, ti risparmio le mie sfuriate feroci contro il concetto di massa agente
(Porky, ti ricorda nulla?), e per questa volta ti perdono. Ma permettimi di
farti una domanda: secondo te davvero la TV può pilotare il gusto ed il
pensiero delle persone? Onestamente: davvero? No ma dico: davvero?
La teoria epidermica era del 1956 (se non erro) e secondo me qualche
passetto avanti s'è fatto da allora... infatti non a caso il magic bullett a
me sembra dannatamente un'idea di cinquant'anni fa...
Sento parlare di masse, di grandi quantità di persone, di intere generazioni
corrotte... e allora mi chiedo: ma come mai MTv quando gli va grassa la
vedono un milione di persone? Come mai quando si fa una regola di questo
tipo di solito si omette di citare le eccezioni, che di solito finiscono con
l'essere più numerose delle regole? Perché quando si parla di massa, di
unico gregge di pecore, si fa finta di non vedere che ogni singolo individuo
appartiene a centinaia di greggi diversi, e che di conseguenza è
accomunabile ad un paio di persone, a dir tanto, sulla faccia della terra? E
insomma, ritorno alla domanda di prima: come mai non c'è un CD di "Buoni O
Cattivi" in ogni casa italiana?
Tu fai l'esempio dei "cavoletti", e io ne approfitto per legarmi al discorso
alimentare: hai mai visto in TV una pubblicità del culatello di Zibello, o
del pane di Matera, o delle lenticchie di Castelluccio? Io pochissime, ne
sento parlare nei programmi specializzati, che guardo io perché sono
appassionato. Nelle pubblicità, mi vedo pubblicizzato con grande enfasi
quella specie di liquame che è l'olio Bertolli o quelle pallette di
compensato stile "Teneroni" Rovagnati. A questo punto dovrei pensare che in
tutte le case degli italiani IL prosciutto cotto è il compensato Rovagnati,
e che L'olio è il Bertolli... e per fortuna, ci si mette poco a vedere che
non è vero.
Faccio un esempio cretino, che m'è venuto in mente proprio pochi giorni fa
ad Amsterdam. M'è venuta voglia di un gelato: sono andato con grande
entusiasmo alla gelateria Haagen-Dasz, perché mi piacciono i gelati di
quella marca, e perché m'attizzava di mangiare l'Haagen-Dasz in coni e
coppette... dato che, se non erro, a Roma la gelateria Haagen-Dasz non c'è,
mi pare ce ne sia solo una a Milano, mentre all'estero la vedo spesso...
perché? Perché puoi pure pubblicizzare il Cornetto Algida e il Cucciolone,
ma l'italiano appena può magna il gelato artigianale, e non c'è spazio per
altro, *almeno come standard*. Siamo sicuri che alle
"nuove-generazioni-che-si-nutrono-solo-di-Mac-e-merendine", possiamo
togliere parmigiano, pasta e prosciutto crudo? E' un caso che in nessun
supermercato estero c'è il banco salumeria mentre nel discount italiano più
scamuffo c'è? E' un caso che le case che fanno affettati, stile Beretta e
Citterio, vendono di più all'estero e con i loro prodotti più scadenti?
Insomma, in breve: non vengo dalla montagna del sapone, non è che sto lì a
dire che la TV non ha nessuna influenza sulle scelte delle persone (le
scelte, non i gusti), vale a dire il famoso concetto dell'agenda... ma
ribadisco, è un po' troppo facile dire: va in TV quindi piace alla gente,
troppe, troppe eccezioni per farne una regola con anche solo una minima
parvenza di credibilità.
Seldon
2005-08-24 23:52:17 UTC
Permalink
Post by Huyg
secondo te davvero la TV può pilotare il gusto ed il
pensiero delle persone?
SI, caro Orson Wells.
--
Seldon
http://digilander.libero.it/floyder
Il Web di it.fan.musica.pink-floyd
..e quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo,
tu potrai rispondere loro: "Noi ricordiamo"
daurjax
2005-08-24 23:58:07 UTC
Permalink
Post by Seldon
Post by Huyg
secondo te davvero la TV può pilotare il gusto ed il
pensiero delle persone?
SI, caro Orson Wells.
Assolutamente, mio buon George Orwell. :D
RD
Huyg
2005-08-25 00:18:58 UTC
Permalink
Post by daurjax
Post by Seldon
Post by Huyg
secondo te davvero la TV può pilotare il gusto ed il
pensiero delle persone?
SI, caro Orson Wells.
Assolutamente, mio buon George Orwell. :D
Mah...
A me me parete matti...






Ma davvero davvero?
Seldon
2005-08-25 00:23:48 UTC
Permalink
Post by Huyg
A me me parete matti...
Sono immune.
Guardo ormai pochissima TV e non desidero avere SKY.
--
Seldon
http://digilander.libero.it/floyder
Il Web di it.fan.musica.pink-floyd
..e quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo,
tu potrai rispondere loro: "Noi ricordiamo"
Marco Masoni
2005-08-25 08:48:59 UTC
Permalink
"Huyg" ha scritto nel messaggio
Post by daurjax
Post by daurjax
Post by Seldon
Post by Huyg
secondo te davvero la TV può pilotare il gusto ed il
pensiero delle persone?
SI, caro Orson Wells.
Assolutamente, mio buon George Orwell. :D
Mah...
A me me parete matti...
Ma davvero davvero?
Si', scertamente si'. Senza la televisione non esisterebbero al potere
Sirvio Bernasconi e la sua cricca, e domani Cicorione Ruttelli, Pecoretta
Ascanio, Olivoli' Dirimberto e lo sfacelo di questo paesucolo.
La TV non influenza il mio e il tuo gusto, le mie e le tue idee, ma quello
di milioni di casalinghe, impiegati, dipendenti comunali ecc ecc
assolutamente e certamente si'. Con tutto il rispetto per queste categorie,
ad una delle quali appartengo anch'io (la casalinga).
--
Marco.
Valerio HT
2005-08-26 05:08:07 UTC
Permalink
Post by Huyg
A me me parete matti...
Valerio HT:
Oh, è cosa normale "parere matti". Parecchi lo sono realmente.
Post by Huyg
Ma davvero davvero?
Valerio HT:
Che "davvero la TV può pilotare il gusto ed il
pensiero delle persone?", come tu hai scritto?

La risposta è SI. Un'analisi storica dei comportamenti sociali
lo puo' dimostrare. Questo non vuol dire che qualunque cosa
si senta alla TV uno la segua ciecamente, inoltre, come Seldon,
si puo' imparare ad "immunizzarsi" dall'influenza della TV.
Però tante menti giovani oppure "pigre" sono facilmente
influenzabili. Sono tantissimi quelli che vedono e ascoltano
la TV con "scarso spirito critico".

Saluti
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
IOL
2005-08-25 07:08:39 UTC
Permalink
Post by Huyg
Ma permettimi di
farti una domanda: secondo te davvero la TV può pilotare il gusto ed il
pensiero delle persone? Onestamente: davvero? No ma dico: davvero? [cut]
è un po' troppo facile dire: va in TV quindi piace alla gente,
troppe, troppe eccezioni per farne una regola con anche solo una minima
parvenza di credibilità.
Il punto non è *ciò che passa in TV alla fine piace*. E' una lenta
opera di omogeneizzazione delle menti, che seppur ti lascia la facoltà
di scegliere, ti fagocita volente o nolente.
Ti faccio un esempio:
La Divina Commedia è indubbio che abbia creato un'icona di Inferno
entrata nell'immaginario collettivo. Oltretutto ha dato forza e valore
al concetto di Purgatorio, fino ad allora assolutamente minoritaria.
Eppure la Divina Commedia non è passata in TV nei secoli, e non penso
che tutti l'abbiano letta, anzi.
Semplicemente ha influenzato le masse grazie alla sua *forza*, che
prescinde dall'opera stessa e dal contatto di ciascuno di noi con essa.
Questo non significa che le persone *credano* all'Inferno o al
Purgatorio più di prima. Fatto sta che anche se sei ateo, alla parola
Inferno ti viene in mente la versione dantesca, e non (per esempio)
quella ebraica a cui si riferisce Gesù nel Vangelo.
Questo esempio (forse contorto ma spero si sia colto il senso)
significa che martellarti con Vasco Rossi tutto il giorno non significa
che a me piaccia o che corra a comprare il disco (oltretutto 1300000
copie in Italia di questi tempi tra piraterie etc etc non sono affatto
poche).
Significa che lentamente c'è un'opera di identificazione che porta
all'equazione Rock in Italia = Vasco Rossi.
Esempio di questo tipo si hanno anche nei Pink Floyd (per tornare IT):
grazie ad una efficace iconografia, molto accattivante, The Wall è
riuscito ad essere *l'album* dei Pink Floyd. Pensi che tutti i
ragazzini conoscano The Wall? assolutamente no. Però se vedono un muro,
dicono che è Pink Floyd The Wall.
Un'idea azzeccata riesce ad influenzare la gente e le menti.
Poi che se ne parli bene o male (per The Wall c'è Valerio che compensa
ampiamente i wallari :-) ) l'importante è che se ne parli.
Idem per MTV e per McDonalds.
E' una lenta opera di uniformazione del pensiero e di
*identificazione*.
Ovviamente dietro ci deve essere una buona idea (o se vogliamo
chiamiamola una furba idea) sennò non andrebbe avanti. Ma è come una
diga, aperta una falla è inevitabile che la diga crolli.
--
E ti hanno convinto a scambiare
gelido comfort con mutamento?
Marco Masoni
2005-08-25 08:52:29 UTC
Permalink
"IOL" ha scritto nel messaggio
Post by IOL
Fatto sta che anche se sei ateo, alla parola
Inferno ti viene in mente la versione dantesca, e non (per esempio)
quella ebraica a cui si riferisce Gesù nel Vangelo.
Cioe' il fuoco della Geenna.
Post by IOL
Questo esempio (forse contorto ma spero si sia colto il senso)
No, era chiarissimo.
Post by IOL
Significa che lentamente c'è un'opera di identificazione che porta
all'equazione Rock in Italia = Vasco Rossi.
Exactly.
Post by IOL
Un'idea azzeccata riesce ad influenzare la gente e le menti.
Ecco, potevi scrivere solo questo e avresti colto nel segno. :-P
Post by IOL
Poi che se ne parli bene o male (per The Wall c'è Valerio che compensa
ampiamente i wallari :-) ) l'importante è che se ne parli.
Idem per MTV e per McDonalds.
E' una lenta opera di uniformazione del pensiero e di
*identificazione*.
Ovviamente dietro ci deve essere una buona idea (o se vogliamo
chiamiamola una furba idea) sennò non andrebbe avanti. Ma è come una
diga, aperta una falla è inevitabile che la diga crolli.
Tu fossi una femmina carina cercherei di concupirti. :-)
--
Marco.
IOL
2005-08-25 10:22:21 UTC
Permalink
Post by Marco Masoni
Post by IOL
Fatto sta che anche se sei ateo, alla parola
Inferno ti viene in mente la versione dantesca, e non (per esempio)
quella ebraica a cui si riferisce Gesù nel Vangelo.
Cioe' il fuoco della Geenna.
Che era la discarica dei rifiuti poco fuori Gerusalemme, perennemente
incendiata per via dei batteri e malattie che si annidano in una
discarica a cielo aperto.
Gesù si preparò quell'esempio, che colpì molto le menti di allora, ma
non tutti conoscono Gerusalemme.
Dante fa una descrizione ben più universale e colorita... ed il gioco è
fatto :-)
Così per i Pink Floyd dove non arrivò l'orecchio arrivò la mucca, e
dove non arrivò la fabbrica arrivò il muro.
Non è facile capire perchè una mucca affascini più di un orecchio o
perchè una fabbrica abbia meno impatto di un muro bianco pasticciato in
un foglio. Eppure se riesci a capire il meccanismo, può essere pure che
diventi Presidente del Consiglio ;-)
--
Siamo polli da comprare \ i soldi son da rubare
costruiti con perizia \ non esiste la giustizia
daurjax
2005-08-25 10:57:57 UTC
Permalink
Post by IOL
Non è facile capire perchè una mucca affascini più di un orecchio
Perché, oggettivamente, l'orecchio è venuto molto male... e poi la mucca è
troppo simpatica! :P
Post by IOL
perchè una fabbrica abbia meno impatto di un muro bianco pasticciato in un
foglio.
"we don't need no education..." (cit.)
Post by IOL
Eppure se riesci a capire il meccanismo, può essere pure che diventi
Presidente del Consiglio ;-)
Mi candido? :P
RD
IOL
2005-08-25 16:38:47 UTC
Permalink
Post by daurjax
Post by IOL
Non è facile capire perchè una mucca affascini più di un orecchio
Perché, oggettivamente, l'orecchio è venuto molto male... e poi la mucca è
troppo simpatica! :P
Però in teoria in un LP conta la musica :-)
E mi pare che spesso si dice che Meddle sia più riuscito di AHM :-)
o è meglio AHM?
[e qui viro il discorso]
Come detto altre volte io metterei Echoes sopra la suite AHM giusto per
un mezzo punto di gradimento.
Le canzoni invece mi sembrano migliori quelle di AHM rispetto a Meddle.
--
Troppo spesso la saggezza è solamente
la prudenza più stagnante.
daurjax
2005-08-25 16:58:55 UTC
Permalink
Post by IOL
Però in teoria in un LP conta la musica :-)
Lapalissiano
Post by IOL
E mi pare che spesso si dice che Meddle sia più riuscito di AHM :-)
o è meglio AHM?
Parlavo di *copertine* e non di qualità artistica.
Post by IOL
[e qui viro il discorso]
...appunto :P
Post by IOL
Come detto altre volte io metterei Echoes sopra la suite AHM giusto per un
mezzo punto di gradimento.
Le canzoni invece mi sembrano migliori quelle di AHM rispetto a Meddle.
Analisi condivisibilissima.
RD
Huyg
2005-08-25 11:25:28 UTC
Permalink
Pensi che tutti i ragazzini conoscano The Wall? assolutamente no. Però se
vedono un muro,
dicono che è Pink Floyd The Wall

Chiedo scusa per il taglione, ma mi voglio soffermare proprio su questo
pezzo di frase, in particolare sulla parola "tutti".
Ma di quanta gente stiamo parlando? Questi "tutti" ragazzini che se vedono
un muro dicono che è Pink Floyd The Wall... sono pochi, ne siamo consci?
E' interessante tra l'altro l'esempio di The Wall, perché si tratta di un
album di alto livello lirico e musicale, e allo stesso tempo è un album
decisamente "inferiore" a tanta altra musica. Siamo altrettanto d'accordo
che i "ragazzini" di oggi non hanno gran modo di sapere che Pink Floyd = The
Wall attraverso MTv... evidentemente, quest'immagine erronea arriva da
qualche altra parte... Valutazioni personali, spiegazioni di fratelli e
sorelle maggiori o genitori o amici o zii o robba simile... che forse
(forse...) sono un po' più influenti della TV, o no? Masoni, che segnala il
fatto che si diventa presidenti del consiglio grazie all'influenza della
TV... lo sai che, dal 1956, ci sono biblioteche intere che dicono e ripetono
che la percentuale di persone che cambiano idea in base alla campagna
elettorale oscilla tra il 5 e il 7%? Che, per carità, non sono poche... ma
mi paiono una cosa un po' diversa dal "condizionamento delle masse" (dio
quanto odio la parola "massa"... quando tornerà ad essere solamente una
provincia toscana?)
Il punto non è *ciò che passa in TV alla fine piace*. E' una lenta
opera di omogeneizzazione delle menti, che seppur ti lascia la facoltà
di scegliere, ti fagocita volente o nolente.
...mi chiedo in che modo mi fagociti. Il prototipo della persona che
dovrebbe uscire dall'omogeneizzato... ma sai che non ne ho mai visto uno?
Lo so in che modo l'inferno di Dante mi ha fagocitato: nascendo da uno dei
vertici della letteratura mondiale di ogni tempo, è stato ripreso da
centinaia di autori, illustratori, predicatori, ecc. ecc., e tutto questo
nel corso di anni se non secoli. Penso sia un po' diverso dalla carriera di
Christina Aguilera, o no?
Siamo tutti d'accordo, come ho anche già detto, che è molto più probabile
che un determinato prodotto venga comprato quando viene pubblicizzato...
perché viene portato all'attenzione degli spettatori. Ma, come detto,
influenza le scelte, NON i gusti. Dov'è questa omogeneizzazione delle menti?
Come ha fatto l'80% della popolazione a sfuggirle? Che razza di geni siamo
noi che ascoltiamo buona musica? E in paesi, penso alla Francia proprio
perché la conosco benino, in cui la TV è a un livello qualitativo (secondo i
canoni usati IN ITALIA per definire la qualità) più elevato rispetto al
nostro paese (...non c'è manco MTv!!) come mai non succede l'influenza
opposta? Non è che sia un paese nel quale tutti ascoltano solo musica di
qualità immensa... anzi, per esser precisi... molto meno che in Italia!
Io lo ripeto: quando sento dire che basta che una cosa passi in TV perché
piaccia e venga comprata, mi sembra veramente di sentir parlare della teoria
del flogisto. OK, c'è stato un periodo in cui ci si poteva credere... ma da
allora qualcuno ha scoperto qualcosa in più...
Marco Masoni
2005-08-25 11:40:44 UTC
Permalink
"Huyg" ha scritto nel messaggio
Post by Huyg
Io lo ripeto: quando sento dire che basta che una cosa passi in TV perché
piaccia e venga comprata, mi sembra veramente di sentir parlare della teoria
del flogisto.
Esempio recentissimo: Dolcenera che va in Top Ten con il suo disco grazie a
Music Farm. L'avrebbe comprato qualcuno se non ci fosse andata? D'accordo,
parliamo del mercato dei dischi, che e' purtroppo ormai minuscolo *grazie*
a masterizzazioni e peer to peer Ma e' un esempio imho calzante.
--
Marco.
daurjax
2005-08-25 12:04:35 UTC
Permalink
Post by Marco Masoni
Esempio recentissimo: Dolcenera
Ha il nome di una canzone di De André e ha inserito la cover di Lulù e
Marlene dei Litfiba (quelli veri, che io adoro).
Non riesco ad odiarla.
RD
Huyg
2005-08-25 12:08:20 UTC
Permalink
Post by daurjax
Post by Marco Masoni
Esempio recentissimo: Dolcenera
Ha il nome di una canzone di De André e ha inserito la cover di Lulù e
Marlene dei Litfiba (quelli veri, che io adoro).
Non riesco ad odiarla.
RD
Io ho persino il suo primo album. Iperprodotto, manco brutto. è da quando ha
vinto Sanremo giovani che ho una certa passione per lei. Praticamente ho
visto Music Farm per lei e per Gerardina Trovato.
Marco Masoni
2005-08-25 18:59:29 UTC
Permalink
"Huyg" ha scritto nel messaggio
Post by Huyg
Post by daurjax
Post by Marco Masoni
Esempio recentissimo: Dolcenera
Ha il nome di una canzone di De André e ha inserito la cover di Lulù e
Marlene dei Litfiba (quelli veri, che io adoro).
Non riesco ad odiarla.
Io ho persino il suo primo album. Iperprodotto, manco brutto. è da quando ha
vinto Sanremo giovani che ho una certa passione per lei. Praticamente ho
visto Music Farm per lei e per Gerardina Trovato.
Guardate amici uig e dauria' che non c'entra la *qualita'* di un'artista.
C'entra il *mezzo* e come lo si usa. Punto. Sweetblack poverina e' anche
quasi bravina.
--
Marco.
Huyg
2005-08-25 22:49:03 UTC
Permalink
Post by Marco Masoni
Guardate amici uig e dauria' che non c'entra la *qualita'* di un'artista.
C'entra il *mezzo* e come lo si usa. Punto. Sweetblack poverina e' anche
quasi bravina.
Sì sì, il discorso era chiaro. Era giusto per dire.
Huyg
2005-08-25 12:10:05 UTC
Permalink
Post by Huyg
Post by Huyg
Io lo ripeto: quando sento dire che basta che una cosa passi in TV perché
piaccia e venga comprata, mi sembra veramente di sentir parlare della
teoria
Post by Huyg
del flogisto.
Esempio recentissimo: Dolcenera che va in Top Ten con il suo disco grazie a
Music Farm. L'avrebbe comprato qualcuno se non ci fosse andata? D'accordo,
parliamo del mercato dei dischi, che e' purtroppo ormai minuscolo *grazie*
a masterizzazioni e peer to peer Ma e' un esempio imho calzante.
C'è una certa differenza secondo me tra andare in Top Ten grazie a Music
Farm e avere successo. Il successo non si misura, sempre secondo me, in
quante copie vendi la prima settimana. Quello può inevitabilmente dipendere
dall'agenda. Influenza di scelte. Il fatto è vedere se dura: influenza di
gusti... oppure è brava.
daurjax
2005-08-25 12:23:58 UTC
Permalink
Post by Huyg
C'è una certa differenza secondo me tra andare in Top Ten grazie a Music
Farm e avere successo. Il successo non si misura, sempre secondo me, in
quante copie vendi la prima settimana. Quello può inevitabilmente dipendere
dall'agenda. Influenza di scelte. Il fatto è vedere se dura: influenza di
gusti... oppure è brava.
Penso che state parlando di due cose diverse, come emerge da questa
differenziazione che hai fatto te.
Masoni se la prende con le Brizzi Sprizzi di turno, non credo voglia dire
che la tv imponga "gusti di lungo periodo" ma bensì "cazzate di brevissimo
periodo". Il problema è che lo fa con una frequenza tale da soffocare lo
spazio che potrebbe avere un artista di talento.
RD
Huyg
2005-08-25 13:03:12 UTC
Permalink
Post by daurjax
Post by Huyg
C'è una certa differenza secondo me tra andare in Top Ten grazie a Music
Farm e avere successo. Il successo non si misura, sempre secondo me, in
quante copie vendi la prima settimana. Quello può inevitabilmente dipendere
dall'agenda. Influenza di scelte. Il fatto è vedere se dura: influenza di
gusti... oppure è brava.
Penso che state parlando di due cose diverse, come emerge da questa
differenziazione che hai fatto te.
Masoni se la prende con le Brizzi Sprizzi di turno, non credo voglia dire
che la tv imponga "gusti di lungo periodo" ma bensì "cazzate di brevissimo
periodo". Il problema è che lo fa con una frequenza tale da soffocare lo
spazio che potrebbe avere un artista di talento.
Siamo d'accordo che l'atteggiamento della TV verso la musica potrebbe essere
migliore, a me personalmente, rispetto ad un artista di talento con poco
spazio, dà più fastidio un artista di talento costretto a far cazzate per
raggiungere il grande pubblico.
Mi dispiace veder sparire programmi come Roxy Bar o altri che davano spazio
a musica sconosciuta al grande pubblico (ricordo ancora quando ad Avanzi
andò un gruppetto di carneadi con un chitarrista-cantante biondino slavato,
venivano da Seattle e avevano qualcosa a che fare con il buddismo), e anche
programmi che presentavano duetti interessanti o versioni live di musica
medio-buona (Elio e Santana che fanno Tapparella a Taratatà sono un vertice
della musica di ogni tempo).
Il fatto è che secondo me è una falsa distinzione quella dei gusti di lungo
e breve periodo. Una buona pubblicità può portarti a provare un prodotto -
si parla ovviamente di spese contenute, tra le quali il CD. Se ti piace,
continui. Se no, no. Influenza le tue scelte, non i tuoi gusti. E' verissimo
che tutto è molto più frenetico (sorrido pensando a Ligabue che a settembre
esce dopo un silenzio di addirittura tre anni... lo facessero tutti, un
silenzio di tre anni, se l'alternativa è pubblicare cagate come "Fuori Come
Va?"), è verissimo allo stesso modo che se ti leggi le classifiche degli
ultimi cinque anni ti becchi poca gente che è sopravvissuta ai primi due-tre
singoli. Quelli sopravvissuti piacciono, quello sì. Cremonini sta al quarto
album, tutti più o meno dello stesso successo: non ci starebbe se fosse solo
il frutto di un battage televisivo. Vuol dire che piace davvero - e infatti,
se ci fai caso, si promuove sempre meno. Idem - sigh! - per la Pausini, e
anche per qualche artista un po' più decente, per fortuna. E voi pensate che
questi piacciano solo perché passano in TV? Mah... io no.
daurjax
2005-08-25 13:44:05 UTC
Permalink
Post by Huyg
Siamo d'accordo che l'atteggiamento della TV verso la musica potrebbe essere
migliore, a me personalmente, rispetto ad un artista di talento con poco
spazio, dà più fastidio un artista di talento costretto a far cazzate per
raggiungere il grande pubblico.
Quoto non sai quanto.
Post by Huyg
Mi dispiace veder sparire programmi come Roxy Bar o altri che davano spazio
a musica sconosciuta al grande pubblico (ricordo ancora quando ad Avanzi
andò un gruppetto di carneadi con un chitarrista-cantante biondino slavato,
venivano da Seattle e avevano qualcosa a che fare con il buddismo),
Addirttura!?!?!? Questa non la sapevo, e non fa altro che aumentare la mia
stima per il gruppo Dandini/Guzzanti etc etc...
Post by Huyg
e anche
programmi che presentavano duetti interessanti o versioni live di musica
medio-buona (Elio e Santana che fanno Tapparella a Taratatà sono un vertice
della musica di ogni tempo).
Manco questa sapevo, devo vedere più tv! :P
Post by Huyg
Il fatto è che secondo me è una falsa distinzione quella dei gusti di lungo
e breve periodo.
Sicuro?
Post by Huyg
Influenza le tue scelte, non i tuoi gusti.
Ah, ecco...
E non è quello che dico io?
Post by Huyg
è verissimo allo stesso modo che se ti leggi le classifiche degli
ultimi cinque anni ti becchi poca gente che è sopravvissuta ai primi due-tre
singoli.
E questo non fa che tirare acqua al "nostro" mulino, no? (noi che sosteniamo
la tesi opposta alla tua in questa discussione)
Post by Huyg
Quelli sopravvissuti piacciono, quello sì. Cremonini sta al quarto
album, tutti più o meno dello stesso successo: non ci starebbe se fosse solo
il frutto di un battage televisivo. Vuol dire che piace davvero - e infatti,
se ci fai caso, si promuove sempre meno. Idem - sigh! - per la Pausini, e
anche per qualche artista un po' più decente, per fortuna. E voi pensate che
questi piacciano solo perché passano in TV? Mah... io no.
Aspetta, aspetta... secondo te il fatto che Cremonini sia arrivato al quarto
album o che la Pausini "rappresenti l'Italia nel mondo" (cit.) NON dipende
dalla tv?
Tu dici che Cremonini o la Pausini, ormai, partecipano di meno al "battage
televisivo".
Eh, può anche essere vero.
Ma come ci sono arrivati dove sono arrivati?
Io, non so come, "so" (in senso ironico, s'intende) che Cremonini "è un
grande compositore. Ha le palle di sedersi al pianoforte e scrivere da se
testi e musica". E si, è arrivato De André mo!
Quello che ho riportato virgolettato è ciò che è emerso dalle ospitate di
Cremonini... dove? Ma in TV, ovvio... :P
Il problema è che, al giorno d'oggi, è la TV a "fare opinione". Perché ce
l'abbiamo tutti ed è il mezzo più semplice, diretto e... gratuito.
Inoltre, ha subito la terribile evoluzione
MezzoDiInformazione/MezzoDiInformazione+Intrattenimento/ProdottoDaVendere
che ha, giocoforza, peggiorato la "qualità" a favore della "vendibilità" (se
non vado errato sei un "economista" come me, quindi capisci bene a cosa mi
riferisco). Un famoso esperto di marketing, diceva "abbiamo superato ormai
il periodo in cui dobbiamo dare alla gente quello che vuole, ora dobbiamo
creare nelle persone nuovi bisogni". Vedi cellulare, Quattro Salti In
Padella e... Brizzi Sprizzi&Company.

Per me il problema è di "conoscenza" e non di "gusto".
Se in TV non passano nulla dei Floyd o al massimo The Wall Live In Berlin o
il video di Another Brick In The Wall Part II, è "logico" che la gente se ne
esca con pin floi uidoninno etc etc.
Sono d'accordo con te sul fatto che "la massa" (ammesso che esista) non è
tutta stupida.
Ma se Live At Pompeii non glielo facciamo vedere mai, mi spieghi come fanno
ad appassionarsi a Careful?
Cercando, ricercando, come abbiamo fatto un po' tutti noi "ggiòvani", okay.
Ma, ahimé, credo che la nostra categoria di "ricercatori del sublime" sia in
costante diminuzione...
RD
Huyg
2005-08-25 14:54:17 UTC
Permalink
Post by daurjax
Post by Huyg
Influenza le tue scelte, non i tuoi gusti.
Ah, ecco...
E non è quello che dico io?
Cito:
______________
Post by daurjax
Post by Huyg
secondo te davvero la TV può pilotare il gusto ed il
pensiero delle persone?
Assolutamente, mio buon George Orwell. :D
RD
______________
Post by daurjax
Post by Huyg
è verissimo allo stesso modo che se ti leggi le classifiche degli
ultimi cinque anni ti becchi poca gente che è sopravvissuta ai primi due-tre
singoli.
E questo non fa che tirare acqua al "nostro" mulino, no? (noi che sosteniamo
la tesi opposta alla tua in questa discussione)
Non vedo come. Si allinea a quello che dici sul fatto che la musica di
rapido consumo toglie spazio agli artisti "seri", ma continuo a pensare che
significhi che il gusto non si può pilotare. Se non piace, non passa.
Post by daurjax
Aspetta, aspetta... secondo te il fatto che Cremonini sia arrivato al quarto
album o che la Pausini "rappresenti l'Italia nel mondo" (cit.) NON dipende
dalla tv?
Esattamente.
Post by daurjax
Tu dici che Cremonini o la Pausini, ormai, partecipano di meno al "battage
televisivo".
Eh, può anche essere vero.
Ma come ci sono arrivati dove sono arrivati?
Sono stati spinti, e sono piaciuti. A differenza di molti altri, che sono
stati spinti, e poi sono crollati.
Post by daurjax
Io, non so come, "so" (in senso ironico, s'intende) che Cremonini "è un
grande compositore. Ha le palle di sedersi al pianoforte e scrivere da se
testi e musica". E si, è arrivato De André mo!
Questo è un discorso diverso, e non ci addentriamo. Ma rimane un merito
quello di comporre e suonare le proprie canzoni. Io continuo a dire che tra
i Blue e Cremonini ci sono un paio di ordini di grandezza. Senza per questo
scomodare De André, né gli ordini di grandezza che ci sarebbero a quel
punto. Cremonini sa comporre canzonette orecchiabili e di facile ascolto. è
una discreta bestia da palco. Paragonato ai grandi di sempre, è poco più di
un granello di polvere, rispetto al panorama attuale è già molto.
Post by daurjax
Quello che ho riportato virgolettato è ciò che è emerso dalle ospitate di
Cremonini... dove? Ma in TV, ovvio... :P
E che vuol dire. In TV si dice un gran bene anche dei Radiohead, si dice che
sono grandi compositori e che scrivono testi e musica. Mo' è falso solo
perché lo dicono in TV?
Sai chi è Dennis Fantina? Mi auguro di no per te. E' una specie di tamarro
che ha vinto la prima edizione di Saranno Famosi. Uno che, sostanzialmente,
non sa cantare. Però ha vinto uguale, perché era caruccio, simpatico, non
stonava e non mi ricordo se s'era anche battuto qualche concorrente femmina.
Qualche mese dopo, quando finì la seconda edizione, rilasciò un'esilarante
intervista in cui dispensava consigli dall'alto ai nuovi concorrenti, e
disse di aver capito subito che la sua formazione alla fine del programma
era incompleta, e che quindi, ora che aveva studiato altri sei mesi, poteva
considerarsi un artista finalmente completo. E, giuro, era serio.
Per fortuna, ora conduce un programmino idiota su VideoItalia dove neanche
lui si fa cantare in pubblico. Il pubblico, la "vostra" adorata "massa", è
tutt'altro che stupido, anzi. Non è disposto a farsi fregare molto a lungo.
Post by daurjax
Il problema è che, al giorno d'oggi, è la TV a "fare opinione". Perché ce
l'abbiamo tutti ed è il mezzo più semplice, diretto e... gratuito.
Un alunno di scuola pubblica sta davanti al muso del professore per cinque
ore al giorno per tredici anni. Semplice, diretto, gratuito. Perché però a
fare opinione allora è la TV?
Un ragazzo pranza e cena a casa con mamma e papà tutti i giorni per circa
vent'anni. Semplice, diretto, gratuito. Perché però a fare opinione è la TV?
Post by daurjax
Inoltre, ha subito la terribile evoluzione
MezzoDiInformazione/MezzoDiInformazione+Intrattenimento/ProdottoDaVendere
che ha, giocoforza, peggiorato la "qualità" a favore della "vendibilità" (se
non vado errato sei un "economista" come me, quindi capisci bene a cosa mi
riferisco).
Sono uno scienziato politico, una bestia ancora più brutta
dell'economista...
Beh... l'evoluzione che dici tu c'è stata... e io continuo a pensare che non
sia poi così terribile. Per me la TV rimane un servizio, e come tale deve
andare incontro ai gusti di chi ne usufruisce. Osserva il modo in cui
l'italiano guarda la TV. Distratto, mentre mangia, mentre fa altro, mentre
fa le pulizie, mentre studia... Dagli una TV di qualità, la spegnerà. Il
francese, sempre per proseguire nell'esempio, ha un altro atteggiamento. Il
francese vive la sua giornata fuori di casa, la sera va a casa e guarda la
TV. Nel senso che si mette in poltrona con lo scopo di guardare la TV.
Risultato: può pure vedere roba più elaborata. L'equivalente del nostro
"Report" è il programma di prima serata del giovedì da quasi trent'anni. Da
noi va in onda ogni tanto in seconda serata. Il resto della giornata è fatto
da programmi svelti e brevi, per coincidere con le pause di chi invece
rimane in casa (massaie, pochissimi studenti). Il pubblico chiede, la TV dà.
Mi pare equo. Vuoi qualcosa di diverso? A te di trovarlo. C'è in TV, c'è
nell'offerta televisiva (satellite, digitale, cose così), su Internet... tu
chiedi, loro danno. Per me questa è una bella evoluzione, rispetto al "tu
chiedi, tu ti accontenti".
Post by daurjax
Un famoso esperto di marketing, diceva "abbiamo superato ormai
il periodo in cui dobbiamo dare alla gente quello che vuole, ora dobbiamo
creare nelle persone nuovi bisogni". Vedi cellulare, Quattro Salti In
Padella e... Brizzi Sprizzi&Company.
Eh, ma questo è marketing, è ben diverso. Il fatto di creare bisogni è quasi
la definizione di marketing. Tu pensi che i quattro salti in padella siano
venuti dall'alto o dal basso? Io dico che nascono come risposta ad una
domanda di mangiare pasta (siamo pur sempre in Italia) circa sei minuti dopo
esser rientrati in casa, sporcando una sola padella e senza per questo
intossicarsi con cibo da rosticceria.
E poi basta con questo disprezzo su Britney Spears: un tempo filmati come
quelli erano a pagamento e toccava nascondersi dai genitori. Ora è più
facile, insomma!
Post by daurjax
Per me il problema è di "conoscenza" e non di "gusto".
Se in TV non passano nulla dei Floyd o al massimo The Wall Live In Berlin o
il video di Another Brick In The Wall Part II, è "logico" che la gente se ne
esca con pin floi uidoninno etc etc.
Su questo siamo d'accordo.
Post by daurjax
Sono d'accordo con te sul fatto che "la massa" (ammesso che esista) non è
tutta stupida.
Ma se Live At Pompeii non glielo facciamo vedere mai, mi spieghi come fanno
ad appassionarsi a Careful?
Secondo te io come ho fatto?
Post by daurjax
Cercando, ricercando, come abbiamo fatto un po' tutti noi "ggiòvani", okay.
Appunto.
Post by daurjax
Ma, ahimé, credo che la nostra categoria di "ricercatori del sublime" sia in
costante diminuzione...
Io penso l'esatto opposto. Diminuzione percentuale forse, aumento assoluto.
Valerio HT
2005-08-26 05:08:04 UTC
Permalink
Post by Huyg
Un alunno di scuola pubblica sta davanti al muso del professore per cinque
ore al giorno per tredici anni. Semplice, diretto, gratuito. Perché però a
fare opinione allora è la TV?
Valerio HT:
Infatti, sulle cose di cui si parla, l'insegnante influenza l'alunno.
Ma nella maggior parte dei casi NON parla di musica.
Post by Huyg
Sono uno scienziato politico, una bestia ancora più brutta
dell'economista...
Valerio HT:
La "scienza politica" è ancor meno scienza della sociologia e
dell'economia. La FISICA è *scienza*, nel senso che da Galileo
in poi diamo al termine.
E per caso hai esempi di "scienziati politici" che abbiano fatto
serie ricerche sull'influenza della TV nell'orientare le scelte
musicali dei giovani? :-)
Post by Huyg
Post by daurjax
Ma se Live At Pompeii non glielo facciamo vedere mai, mi spieghi
come fanno ad appassionarsi a Careful?
Secondo te io come ho fatto?
Valerio HT:
Mica si dice che solo la TV e la radio facciano conoscere la musica
e influenzino le scelte musicali, eh? Io, ad esempio, che non sono
una TV ne' una radio, ho influenzato certe scelte musicali di un mio
nipote e alcune persone che hanno frequentato i NG su cui ho scritto.
Non perché lo reputo io, ma perché me lo hanno detto loro stessi.
Certo però su base nazionale la mia capacità d'influenzare le scelte
musicali non è paragonabile a quella di una TV a diffusione nazionale...
(Puo' essere anche un bene... ;-DDD ).

Saluti
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
IOL
2005-08-25 16:56:33 UTC
Permalink
Post by Huyg
Ma di quanta gente stiamo parlando? Questi "tutti" ragazzini che se vedono
un muro dicono che è Pink Floyd The Wall... sono pochi, ne siamo consci?
Il "tutti" ovviamente va rapportato ad un eventuale sondaggio in cui si
ponga un questionario a dei 15enni in cui vi è da scrivere il titolo di
un album per ogni gruppo\cantante anni 60\70 tipo Rolling Stones,
Beatles, Genesis, Bob Dylan, Neil Young, Elton John, Deep Purple, Led
Zeppelin etc etc.
Molti rimarranno in bianco.
Invece sono "quasi" sicuro che spesso si troverà accoppiato ai Pink
Floyd il nome The Wall. A prescindere dal fatto che lo si conosca o
meno.
Post by Huyg
Penso sia un po' diverso dalla carriera di
Christina Aguilera, o no?
non si parla di un singolo artista ma di un modo di vivere, di un
sistema di valori alla *occidentale* che viene portato avanti a tutti i
livelli.
Cmq è un discorso un pò impegnativo :-)
E sopratutto ognuno ha una propria visione di come vanno le cose, ed è
sempre difficile vedere con chiarezza un fenomeno quando ci si ritrova
dentro.
Ed alla fine si rimane sempre ognuno della propria idea in genere ;-)
--
I vostri errori
si distribuiscono lungo una curva normale.
Valerio HT
2005-08-26 05:08:06 UTC
Permalink
Post by IOL
Ed alla fine si rimane sempre ognuno della propria idea in genere ;-)
Valerio HT:
Infatti. Per questo che alla fine, sono giunto alla conclusione
che passare troppo tempo a discutere delle proprie discordanze,
non sia affatto quella cosa così "costruttiva" che molti
credono (soprattutto quelli più giovani di me...). Abbiamo
anche altro da fare, nella vita, e spesso con maggiore
necessità...

Saluti
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
mazapegul
2005-08-26 03:34:45 UTC
Permalink
(dio quanto odio la parola "massa"... quando tornerà ad essere solamente una
provincia toscana?)
mazapegul:
credo piu' probabile che sia la provincia a cambiare prima il nome! ;o)
io sinceramente non capisco la vera ragione di questo tuo "odio", o
meglio, la posso capire ma non mi quadra. quello che secondo me tu non
hai capito e' che una analisi relativa all'individuo non puo' essere
incompatipile con una analisi relativa alla collettivita', si tratta
semplicemente di analisi diverse.

faccio un esempio. se il governo aumenta la tassa sulla prima casa,
succede che ad alcuni individui non gliene frega un cazzo, altri si
incazzano il giusto, altri ancora si incazzano di brutto, qualcuno
arriva a suicidarsi. il singolo individuo reagisce in modo del tutto
soggettivo. ma anche se a te non puo' fregartene di meno perche' la
casa non ce l'hai (dico te in generale eh), ti ritrovi che vai in
Piazza di Spagna, chiedi una sigaretta e ti mandandano affanculo. Poi
vai alla posta e l'impiegato di turno ti tratta male perche' hai
beccato quello incazzato. in altre parole e' aumentata la probabilita'
di incontrare gente incazzata nel tuo percorso. tu torni a dormire
sotto il tuo bel ponte, ma sei incazzato anche tu per via indiretta,
per causa di questioni che non ti dovevano riguardare.
vedi, non puoi liquidare la questione con una analisi individuale. in
una societa' organizzata con mezzi di comunicazione si innescano altri
meccanismi, che sono ben piu' complessi dell'esempio che ti ho fatto,
talvolta anche molto pericolosi. diventa necessario considerare la
collettivita', le famigerate "masse", anche se vuoi solamente parlare
di questi fenomeni.

se tu volessi eliminare quella parola, o meglio quel concetto, dovresti
eliminare anche tutti quei concetti collegabili in qualche modo alla
"massa": i costumi, le tendenze, le mode, i movimenti culturali, ecc.,
e gia' che ci sei puoi anche darti all'eremitaggio. :o)

saluti
Valerio HT
2005-08-26 05:08:06 UTC
Permalink
Post by IOL
Un'idea azzeccata riesce ad influenzare la gente e le menti.
Valerio HT:
Esattamente. Come Il Muro, i martelli incrociati, "non abbiamo
bisogno di educazione" con la cassa in 4/4 e ritmo discotecaro,
etc...
Post by IOL
Poi che se ne parli bene o male (per The Wall c'è Valerio che
compensa ampiamente i wallari :-) )
Valerio HT:
Mai abbastanza... ;-PPP

Saluti
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
Valerio HT
2005-08-26 05:08:07 UTC
Permalink
Post by IOL
MTV è la punta (o la base?) dell'iceberg.
A furia di dar da mangiare alla gente cavoletti, penserà che è quella
la cosa più buona del mondo. Il gusto (ed il pensiero) della massa si
può pilotare.
Valerio HT:
Vero. Nella trasmissione radiofonica *RAI* ovviamente a diffusione
nazionale "Per voi Giovani", che durava due ore di pomeriggio,
ho *anche* ascoltato Echoes PER INTERA; ho sentito tutti i pezzi
dell'album in studio di Ummagumma (in giorni diversi, s'intende).
Ho ascoltato Frank Zappa e i pezzi meno "orecchiabili" dei primi
King Crimson, e i Grateful Dead, e i pezzi più impegnativi degli
Amon Duul II, e il pezzi dal terzo dei Soft Machine, e da
"The end of an ear" di Wyatt; addirittura persino un quarto d'ora
di "A Rainbow in Curved Air" di Terry Riley.
Ed infatti, nella mia classe liceale la metà di noi aveva Ummagumma,
quasi altrettanto "Hot Rats" di Zappa, e più di uno si era buttato
anche su Terry Riley, e qualcuno già su Miles Davis e John Coltrane...

Come dice il Paolo-Porky-Mazapegul, anche oggi ci sono artisti e
gruppi nuovi che fanno sperimentazione; ma col cavolo che li puoi
conoscere attraverso i mass-media di grande diffusione... e questo
significa una differenza culturale *non irrilevante*.

Saluti
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
daurjax
2005-08-24 21:44:48 UTC
Permalink
Post by Huyg
(non foss'altro per la
popolazione che ho visto accanto a me mentre spulciavo i banchetti).
Te sei di Roma, quindi presumo che i mercatini erano a Roma...
Porta Portese? O hai trovato di meglio?
RD
Huyg
2005-08-24 22:19:21 UTC
Permalink
Post by daurjax
Te sei di Roma, quindi presumo che i mercatini erano a Roma...
Porta Portese? O hai trovato di meglio?
Ero ad Amsterdam
daurjax
2005-08-24 23:26:03 UTC
Permalink
Post by Huyg
Post by daurjax
Te sei di Roma, quindi presumo che i mercatini erano a Roma...
Porta Portese? O hai trovato di meglio?
Ero ad Amsterdam
Ah, quindi oltre che per i dischi ho altri motivi per invidiarti...
RD
Huyg
2005-08-24 23:30:20 UTC
Permalink
Post by daurjax
Post by Huyg
Ero ad Amsterdam
Ah, quindi oltre che per i dischi ho altri motivi per invidiarti...
RD
Dù iù nò Ummagumma Coffee Shop?
daurjax
2005-08-24 23:43:13 UTC
Permalink
Post by Huyg
Dù iù nò Ummagumma Coffee Shop?
Mortacci tua, io manco ci sono mai stato ad Amsterdam e tu te ne esci fuori
con un Coffee Shop col nome così?
Ma io t'ammazzo... :P
RD
Valerio HT
2005-08-25 16:29:24 UTC
Permalink
Post by Knulp
Si apre un dibattito molto importante.
Valerio HT:
E' vero, ma sarebbe impegnativo e al momento non ne avevo voglia... ;-)
Post by Knulp
Ai miei tempi (tra quattro giorni ne suono 39),
Valerio HT:
Oggi è il 25 agosto:
***** BUON COMPLEANNO! ***** :-)

Saluti e auguri!
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
Knulp
2005-08-25 17:25:56 UTC
Permalink
Post by Valerio HT
Post by Knulp
Si apre un dibattito molto importante.
E' vero, ma sarebbe impegnativo e al momento non ne avevo voglia... ;-)
Post by Knulp
Ai miei tempi (tra quattro giorni ne suono 39),
***** BUON COMPLEANNO! ***** :-)
Saluti e auguri!
Knulp:
grazie mille Valerio degli auguri !!
sei sempre molto gentile.
Quando avrai voglia e tempo mi piacerebbe sentire una tua opinione sul
dibattito di cui sopra. Magari apriamo un 3d :-)
Penso possa interessare a molti, soprattutto la tua esperienza rispetto ai
più giovani.
Der Steppenwolf
2005-08-20 19:58:12 UTC
Permalink
Post by Marco Masoni
La musica immortale si compra.
Battisti?
Marco Masoni
2005-08-20 20:03:34 UTC
Permalink
"Der Steppenwolf" ha scritto nel messaggio
Post by Der Steppenwolf
Post by Marco Masoni
La musica immortale si compra.
Battisti?
Si'. Battisti ha scritto moltissima musica immortale. E moltissime perle
poco conosciute sono contenute negli ultimi cinque, difficili album, che
purtroppo pochi di voi conoscono.
Provvedete, floydiano popolo bue :-)
--
Marco.
Der Steppenwolf
2005-08-20 20:14:44 UTC
Permalink
Post by Marco Masoni
Provvedete, floydiano popolo bue :-)
Dì la verità: serbi con orgoglio la raccolta completa
delle encicliche di Giovanni Paolo II autografate...
Marco Masoni
2005-08-20 20:23:46 UTC
Permalink
"Der Steppenwolf" ha scritto nel messaggio
Post by Der Steppenwolf
Dì la verità: serbi con orgoglio la raccolta completa
delle encicliche di Giovanni Paolo II autografate...
E questo che' c'entra? Ho anche il dito mignolo del piede di Frere Roger,
assassinato pochissimi giorni fa, e con questo? ;-PP

--
Marco.
Der Steppenwolf
2005-08-20 20:27:44 UTC
Permalink
E questo che c'entra?
C'entra col fatto che il reatino è sorretto dalla fama
di menestrello della balena bianca.
Marco Masoni
2005-08-20 20:31:09 UTC
Permalink
"Der Steppenwolf" ha scritto nel messaggio
Post by Der Steppenwolf
C'entra col fatto che il reatino è sorretto dalla fama
di menestrello della balena bianca.
Falso, l'unica volta che si schiero' fu a favore di un sistema liberale
all'inglese. Vent'anni prima che anche in italia piu' o meno tutti (dai DS
ad AN) si accorgessero di cosa volesse dire. Le altre sono panzane e
dicerie.
--
Marco.
Huyg
2005-08-24 19:02:43 UTC
Permalink
Post by Der Steppenwolf
E questo che c'entra?
C'entra col fatto che il reatino è sorretto dalla fama
di menestrello della balena bianca.
Ma non fecero un mezzo inferno perché lo additavano a fascista?
IOL
2005-08-20 22:23:34 UTC
Permalink
Post by Marco Masoni
Post by IOL
Quel disco è *STRAORDINARIO* :-)
Ne ha fatti di meglio, giuro.
Sono particolarmente legato a quel disco, perchè la cassettina passava
fisso nella macchina di mio padre (una mini-minor nera) 15-20 anni fa.
Quindi mi si è impresso nella memoria indelebilmente :-)
--
Il valore di un'idea non ha nulla a che fare con la sincerità di colui
che la esprime.
Valerio HT
2005-08-22 04:58:59 UTC
Permalink
Post by Walter
Waters = Poeta
Valerio HT:
Waters "poeta"? Uhmm... chissà cosa ne direbbe Pasquale Panella. ;-)
La grande forza di Waters è nella sua capacità di *strutturare*
i pezzi. E' stato in certo senso "l'architetto del gruppo"
(certamente esiste una connessione con i suoi precedenti interessi
e studi per l'architettura propriamente detta).
Post by Walter
Gilmour = Creativo
Valerio HT:
Neppure troppo... più che creativo, lo definirei *espressivo*.
Se Waters disegnava le fondamenta, i pilastri e i muri maestri
degli album, erano Gilmour e Wright ad incaricarsi del resto,
che non è poco... ovviamente, qui prendo in esame solo la parte
musicale, esclusi quindi i testi.
Post by Walter
Wright = Musicista
Valerio HT:
Su questo siamo d'accordo. Era anche quello, della formazione originaria
del gruppo, che più di tutti gli altri voleva fare il musicista di
professione. E sempre del gruppo originale, era l'unico che sapesse
leggere bene uno spartito.
Post by Walter
Mason = Professionista
Valerio HT:
Veramente, non era certo il "professionista" del gruppo...
ha contribuito alla creazione del sound particolare, ed è stato
il principale "effettista" del gruppo, nel senso della sua passione
per l'utilizzo di registrazioni di rumori e suoni di varia origine.

Manca Syd Barrett, e qui lui è proprio l'archetipico del concetto
già detto di "genio e sregolatezza".

Saluti
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
Huyg
2005-08-24 20:38:57 UTC
Permalink
Post by Valerio HT
Post by Walter
Waters = Poeta
Waters "poeta"? Uhmm... chissà cosa ne direbbe Pasquale Panella. ;-)
La grande forza di Waters è nella sua capacità di *strutturare*
i pezzi. E' stato in certo senso "l'architetto del gruppo"
(certamente esiste una connessione con i suoi precedenti interessi
e studi per l'architettura propriamente detta).
Beh, non so che ne pensa Pasquale Panella... ma che Waters sia uno dei
maggiori scrittori di testi in assoluto nella storia del rock (a quel
livello, poco inferiori poco superiori, mi vengono in mente Hammill, Gabriel
e, a occhio - visto che li conosco pochetto - direi anche Dylan, Cohen e
Young) mi sembra assodato. Al di là di quanto ti interessa l'aspetto lirico
nella musica...
Marco Masoni
2005-08-24 21:35:23 UTC
Permalink
"Huyg" ha scritto nel messaggio
Post by Huyg
che Waters sia uno dei
maggiori scrittori di testi in assoluto nella storia del rock (a quel
livello, poco inferiori poco superiori, mi vengono in mente Hammill, Gabriel
e, a occhio - visto che li conosco pochetto - direi anche Dylan, Cohen e
Young) mi sembra assodato. Al di là di quanto ti interessa l'aspetto lirico
nella musica...
Dylan, Cohen e almeno Hammill sono superiori a Waters come scrittori di
testi, non c'e dubbio.
--
Marco.
Dudley Smith
2005-08-24 21:42:39 UTC
Permalink
Post by Marco Masoni
Dylan, Cohen e almeno Hammill sono superiori a Waters come scrittori di
testi, non c'e dubbio.
però alcune visioni di dogs rimangono inarrivabili
Marco Masoni
2005-08-24 21:46:13 UTC
Permalink
"Dudley Smith" ha scritto nel messaggio
Post by Dudley Smith
Post by Marco Masoni
Dylan, Cohen e almeno Hammill sono superiori a Waters come scrittori di
testi, non c'e dubbio.
però alcune visioni di dogs rimangono inarrivabili
Un testo contro una discografia (nel caso di Dylan?)
--
Marco.
Dudley Smith
2005-08-24 21:50:04 UTC
Permalink
Post by Marco Masoni
Un testo contro una discografia (nel caso di Dylan?)
beh, non uno solo. RW ha avuto anche altre intuizioni e non è che tutti i
dischi di Dylan brillino per valore delle liriche (soprattutto quelli della
svolta mistica). Penso ad esempio che l'immagine della torta nel cielo ormai
troppo alta per essere raggiunta sia eccezionale.
cmq non volevo discutere la tua scaletta di valore, che condivido
Valerio HT
2005-08-25 02:50:35 UTC
Permalink
Post by Huyg
Beh, non so che ne pensa Pasquale Panella...
Valerio HT:
Uno che definisce i testi di De Andrè come roba da far bocciare
persino gli scolaretti, se valutati "come poesie"... fai te.
Post by Huyg
ma che Waters sia uno dei maggiori scrittori di testi in assoluto
nella storia del rock
Valerio HT:
D'accordo, ma un testo puo' essere validissimo senza avere forma
o intento poetico. Waters è ottimo "autore della parte letteraria"
delle musiche (spesso anche di quella musicale, ma soprattutto in
passato...). Quello che tu NON hai colto, è che io contestavo
il termine "poeta", NON il valore dei TESTI, che possono essere
di altissimo livello senza necessariamente avere stile o intenti
"poetici". Mi sono spiegato?

Saluti
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
Huyg
2005-08-25 10:38:32 UTC
Permalink
Post by Valerio HT
D'accordo, ma un testo puo' essere validissimo senza avere forma
o intento poetico. Waters è ottimo "autore della parte letteraria"
delle musiche (spesso anche di quella musicale, ma soprattutto in
passato...). Quello che tu NON hai colto, è che io contestavo
il termine "poeta", NON il valore dei TESTI, che possono essere
di altissimo livello senza necessariamente avere stile o intenti
"poetici". Mi sono spiegato?
Perfettamente.
Non sono d'accordo.
Seldon
2005-08-20 14:08:02 UTC
Permalink
Post by leftfield
Leggendo qua' e la' in questo Ng mi sono fatto questa idea, che Roger Waters
e' stato la mente , il genio del gruppo, lui era l'unico che capiva qualcosa
Ti sei fatto *questa* idea leggendo *questo* NG???
O_o
--
Seldon
http://digilander.libero.it/floyder
Il Web di it.fan.musica.pink-floyd
..e quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo,
tu potrai rispondere loro: "Noi ricordiamo"
Valerio HT
2005-08-20 16:40:15 UTC
Permalink
Post by leftfield
Leggendo qua' e la' in questo Ng mi sono fatto questa idea,
che Roger Waters e' stato la mente , il genio del gruppo,
Valerio HT:
La mente principale, si; "genio"... dipende da cosa s'intenda.
Idee geniali ne ha anche avute.
Post by leftfield
lui era l'unico che capiva qualcosa di musica,
Valerio HT:
E ti saresti fatto quest'idea leggendo su questo NG?!?
Waters per i primi anni della carriera di musicista ha avuto bisogno
di Rick Wright persino per accordare la chitarra prima e il basso poi.
E non era capace di leggere uno spartito. E queste cose sono state
dette più volte su questo NG. Mi domando cosa tu abbia letto...

letfield_
Valerio HT:
Anche questo mi dà l'idea che tu non abbia mica seguito bene questo
NG... la tua frase puo' essere corretta solamente per The Wall e
The Final Cut, gli ultimi due album targati Pink Floyd in cui lui
era presente. Per gli album precedenti, ce n'è molta di musica
creata dagli altri membri, soprattutto Gilmour e Wright, fra
composizioni e arrangiamenti.
Post by leftfield
e posso, forse, essere anche d'accordo con questa sintesi banale
che ho fatto di tutti gli interventi dell'Ng.
Valerio HT:
Più che chiamarla banale, direi che è proprio una sintesi errata...
Non mi pare affatto che tu abbia letto attentamente i post di questo
NG, e anzi certe cose che affermi mi sembra che siano tue congetture
personali (o preconcetti appresi da altri), senza riscontri reali
in quanto si dice su questo NG.

Saluti
--
"Concordo pienamente con chi dice che i pink floyd raggiungono i loro
apici nei momenti in cui contribuiscono in modo maggiormente paritetico
alla progettazione e alla realizzazione delle proprie opere.
I pink floyd danno il meglio di sè quando sono i Pink Floyd." (gioviale)
daurjax
2005-08-22 04:10:42 UTC
Permalink
Post by Valerio HT
letfield_
Anche questo mi dà l'idea che tu non abbia mica seguito bene questo
NG... la tua frase puo' essere corretta solamente per The Wall e
The Final Cut, gli ultimi due album targati Pink Floyd in cui lui
era presente. Per gli album precedenti, ce n'è molta di musica
creata dagli altri membri, soprattutto Gilmour e Wright, fra
composizioni e arrangiamenti.
Animals...
mi introduco in questo 3d per una domanda che mi sono sempre posto.
Ma è davvero possibile che Wright non abbia scritto proprio nulla per
Animals?
Visto e considerato che Raving and Drooling and You've Gotta Be Crazy sono
del 73-74, il dubbio si fa ancora più forte... voglio dire: ne scrivevano di
canzoni per cazzi loro senza Wright anche in quel periodo, però converrete
con me che, nonostante affioravano i primi drammi post Dark Side, era ancora
periodo "di gruppo" (penso alle splendide parti di Shine On proprio di
Richard). Periodo nel quale, bene o male, le canzoni nascevano tra di loro,
e non a casa di Waters e poi cesellate in studio!
Ci sono rumors, voci di corridoio o altre amenità che chiariscano la
faccenda?
Non le stronzate tipo "Mah... ancora con questa storia di Comfortably
Numb... Comfortably Numb è al 90% farina del mio sacco, se poi Dave vuole
prendersi meriti non suoi..." (Waters)
Lui, eh... o_O
RD
Aries
2005-08-22 13:43:58 UTC
Permalink
daurjax ha scritto:
e arrangiamenti.
Post by daurjax
Animals...
mi introduco in questo 3d per una domanda che mi sono sempre posto.
Ma è davvero possibile che Wright non abbia scritto proprio nulla per
Animals?
Lo dice lui stesso che non ha "scritto" nulla per Animals. Ha però
sicuramente contribuito non poco a dare ai pezzi la loro versione
definitiva, con degli arrangiamenti e delle parti di tastiera davvero
ispirati (vedi l'intro di Sheep) che non sono assolutamente da
sottovalutare.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Valerio HT
2005-08-23 04:25:20 UTC
Permalink
Post by Aries
Post by daurjax
Animals...
mi introduco in questo 3d per una domanda che mi sono sempre posto.
Ma è davvero possibile che Wright non abbia scritto proprio nulla per
Animals?
Lo dice lui stesso che non ha "scritto" nulla per Animals. Ha però
sicuramente contribuito non poco a dare ai pezzi la loro versione
definitiva, con degli arrangiamenti e delle parti di tastiera davvero
ispirati (vedi l'intro di Sheep) che non sono assolutamente da
sottovalutare.
Valerio HT:
Infatti, se è vero che Wright non ha composto nulla per "Animals",
è anche vero che gli è rimasto un suo "spazio d'espressione ed
interpretazione personale", su quel disco. Nel caso del successivo
"The Wall", Waters non avrebbe lasciato a Wright nemmeno quello
spazio d'espressione.
Percio', come molti altri, reputo essere appunto "Animals" l'ultimo
vero album *di gruppo* dei Pink Floyd.
(A proposito, non si è più sentito qui "Gioviale" da un po' di tempo,
e la signature sotto riportata, che è perfettamente inerente a cio'
di cui stiamo parlando, è tratta da un suo post).

Saluti
--
"Concordo pienamente con chi dice che i pink floyd raggiungono i loro
apici nei momenti in cui contribuiscono in modo maggiormente paritetico
alla progettazione e alla realizzazione delle proprie opere.
I pink floyd danno il meglio di sè quando sono i Pink Floyd." (gioviale)
AlexNet
2005-08-21 16:37:39 UTC
Permalink
Post by leftfield
Leggendo qua' e la' in questo Ng mi sono fatto questa idea, che Roger Waters
e' stato la mente , il genio del gruppo, lui era l'unico che capiva qualcosa
di musica, che ha creato un po' tutto della produzione Pink Floyd: e posso,
forse, essere anche d'accordo con questa sintesi banale che ho fatto di
tutti gli interventi dell'Ng.
Non so cosa tu abbia letto.. :)

Gilmour ha scritto molte musiche famose dei PF, e Waters i testi.
Solitamente, quando appaiono nei cretici "Gilmour/Waters", il primo
scriveva le musiche (o gran parte di esse) e il secondo i testi.

Tuttavia Waters ha scritto anche molte musiche. E' stato sicuramente
la persona dalla personalità più forte (per molti è stato anche troppo
autoritario e accentratore).

Tuttavia quando metto un disco mi emozionano le musiche e dei testi me
ne frego quasi sempre (preferisco leggere libri di autori *veri*). Per
questo motivo io non sarei tanto d'accordo sul "genio di Waters" e
sulla sua assoluta leadership.

Per me The Wall, tranne confortably numb, è un pessimo album. :)
Ripeto: IMHO.

Inoltre dire che Waters, pessimo musicista e bassista, ne capisse
qualcosa di musica... mi sembra eccessivo :)
Post by leftfield
Qualcuno e' d'accordo con questa sensazione, o capita solo a me?
Ovviamente no, ma penso che senza Waters e Gilmour i PF non sarebbero
stati quelli che conosciamo.

Penso che le "guerre di religione" pro-Waters o pro-Gilmour siano
sterili. Penso che ascoltare i pezzi di Barrett possa essere utile a
riconciliarci con il mondo e a conoscere meglio i PF :)


Ciao.
Valerio HT
2005-08-22 05:17:26 UTC
Permalink
Post by AlexNet
Gilmour ha scritto molte musiche famose dei PF, e Waters i testi.
Valerio HT:
Un altro che si dimentica del contribuito a composizioni e arrangiamenti
di Rick Wright, almeno sino al 1975...

AlexNet
Post by AlexNet
ma penso che senza Waters e Gilmour i PF non sarebbero
stati quelli che conosciamo.
Valerio HT:
E anche senza Wright... anche lui è stato determinante per il
sound del gruppo e il "risultato finito" degli album.
Post by AlexNet
Penso che le "guerre di religione" pro-Waters o pro-Gilmour siano
sterili.
Valerio HT:
E frutto d'ignoranza sul conto dell'importante contributo dato
da Wright (a furia di dirlo... magari approfondendo la storia
della creazione degli album e aguzzando l'attenzione, ve ne
accorgerete anche voi di come il ruolo di Wright sia stato
sottovalutato soprattutto dai "Pinkschelli", dai Floyders
superficiali. In ogni caso, certo, le guerre dei fans dell'uno
o dell'altro sono comunque sterili.
Post by AlexNet
Penso che ascoltare i pezzi di Barrett possa essere utile a
riconciliarci con il mondo e a conoscere meglio i PF :)
Valerio HT:
Si, se lo si fa con molta attenzione, anche e soprattutto
sui pezzi di "The Piper" più che sui pezzi del Barrett solista
(per quantro riguarda la conoscenza dei PF).

Saluti
--
|*** it.fan.musica.pink-floyd *** ; se non l'hai gia' fatto,
| leggi per favore il manifesto del NG... :-)
| quando ti e' possibile, leggi anche le FAQ del NG
AlexNet
2005-08-25 13:11:44 UTC
Permalink
On Mon, 22 Aug 2005 05:17:26 GMT, Valerio HT
Post by Valerio HT
Un altro che si dimentica del contribuito a composizioni e arrangiamenti
di Rick Wright, almeno sino al 1975...
Non lo dimentico affatto e sono assolutamente d'accordo.
Tuttavia il thread era "gilmour&waters". Per questo ho parlato solo di
gilmour. Anche se alla fine ho sconfinato nell'universo barrettiano..
:D
Post by Valerio HT
Si, se lo si fa con molta attenzione, anche e soprattutto
sui pezzi di "The Piper" più che sui pezzi del Barrett solista
(per quantro riguarda la conoscenza dei PF).
Ci provo da molti anni.. :)

Ciao.
Continua a leggere su narkive:
Loading...